Appello della Moratti per Milano nel nuovo Monopoli

“Milano è al momento fuori dalle 22 città che entreranno nel nuovo gioco del Monoply. Faccio quindi un appello ai cittadini milanesi perché votino la loro città e perché Milano sia presente in questo bellissimo gioco”. Così il sindaco di Milano Letizia Moratti ha cercato di sostenere la “candidatura” della sua città ad entrare nella nuova versione del gioco della Hasbro. Nella nuova versione al posto delle vie, degli alberghi, delle case e delle stazioni ci saranno i nomi delle città d’Italia. Per esprimersi è necessario registrarsi sul sito www.monopolyitalia.it e cliccare sul nome sperando che facciano lo stesso altre decine di migliaia di persone. Le due città più votate, oggi Chieti e Reggio Calabria, si sistemeranno al posto di Parco della Vittoria e viale dei Giardini mentre le ultime due (Terni e Cosenza) si dovranno «accontentare» di vicolo Corto e vicolo Stretto.

L’iniziativa ha avuto grande successo soprattutto su facebook. Per sostenere la candidatura della propria città, infatti, sono stati creati decine di gruppi con migliaia di iscritti e si sono svegliati anche gli immancabili storici campanilismi. Così, in riva allo Stretto, Messina (242.864 abitanti) e Reggio Calabria (186.384 abitanti ) si sono date battaglia per aggiudicarsi i terreni migliori.

Il capogruppo del Pd al Comune di Milano Pierfrancesco Majorino dopo l’appello del sindaco, ha dichiarato: ”Siamo al tragicomico: anche un bambino sa che un sindaco deve occupare il suo tempo a gestire la città e non a dedicarsi ai destini di un gioco in scatola. Probabilmente il sindaco Moratti perdendosi nelle strade del Monopoli ha capito che la sua giunta invece che in un ‘vicolo corto’ si e’ cacciata in un vicolo cieco”.

I voti per le città: Genova 1787 voti, Roma 1094 voti, Firenze 884 voti, Napoli 775 voti e, appunto, Milano 1754 voti. Un distacco, che spiegano dalla Hasbro, è praticamente incolmabile. “Un vero peccato specialmente per Milano per motivi storici visto che la versione tradizionale italiana si ispirava proprio a molte sue vie” ha spiegato Cinzia Gerasi, responsabile marketing Hasbro Italia.

Stefano Bernardi