Pietro Taricone: Cristina Plevani e la sua verità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:02

Pietro Taricone resterà nella storia della televisione da quel primo bacio dato a Cristina Plevani durante la prima edizione del “Grande Fratello” a cui ha fatto seguito una vera relazione, alla sua ascesa interpretando vari personaggi in serie tv di successo, fino alla sua tragica morte giunta troppo presto.

Dopo le critiche sollevate dall’ex gieffina e amica di Pietro, Marina La Rosa, che ha puntato il dito contro alcuni ex compagni del reality che  per apparire hanno finto una commozione inadeguata nei confronti dell’attore scomparso, Cristina Plevani racconta i suoi sentimenti per l’uomo che dieci anni fa la fece innamorare.

Cristina, vincitrice del “Grande Fratello 1”, nonostante le mille domande che le sono state rivolte dopo quell’esperienza, non ha mai criticato gli atteggiamenti di Pietro Taricone nei suoi confronti, neanche quando le facevano notare che, forse, lei era stato solo un ripiego; Cristina ha vissuto la sua storia d’amore sotto gli occhi delle telecamere, ma una volta fuori da Cinecittà non ha mai sfruttato quei momenti, perché oggi confida che quello era un vero amore, per cui ha sofferto, a differenza di quel che faceva apparire con il suo finto distacco.

E’ dalle pagine di  DiPiù che la Plevani tira fuori parte del suo dolore, quei ricordi che dal primo momento in cui ha appreso la triste notizia della morte di Pietro, le sono ritornati forti alla mente: “Amavo Pietro, lo amavo davvero tanto anche se non rispecchiava, nemmeno in minima parte, il mio ideale di uomo. A conquistarmi è stata la sua aria da sbruffone, da duro, così lontana dalla mia idea di principe azzurro…  Speravo che tra noi andasse diversamente. Io sono tornata alla mia vita di sempre ma ho continuato a leggere di lui. Poi ho saputo del suo fidanzamento con Kasia Smutniak e ne sono stata felice ma è stato solo quando è nata la loro bambina che ho deciso di farmi da parte. Da quel momento, non ci siamo mai più visti né sentiti. Oggi, con lui, se ne va una parte di me”.

S.L.