Tenta di uccidere la nonna: «Volevo liberarla dal demonio»

«Era posseduta dal diavolo, volevo fare uscire il demonio dal suo corpo».

Sarebbero state queste le parole farfugliate da un 34 enne bolognese all’arrivo del Nucleo Radiomobile del capoluogo emiliano, giunti nell’abitazione dell’uomo appena in tempo per impedirgli di uccidere l’anziana nonna, di 98 anni.

Dopo averle colpita al volto ripetutamente, l’uomo avrebbe impugnato la corda della tapparella con l’intento di strangolarla. Ma fortunatamente i carabinieri, avvertiti da una segnalazione dei vicini hanno sventato la tragedia.

L’anziana signora è stata ricoverata presso l’ospedale Maggiore di Bologna, dove giace in prognosi riservata. Per quanto riguarda l’aggressore, con un passato da tossicodipendente, dopo essere stato sedato, è stato condotto presso il reparto di psichiatria del policlinico S.Orsola – Malpighi dove rimane piantonato.

In attesa di approfondire le indagini, per il momento la tesi maggiormente sostenuta dagli inquirenti vedrebbe all’origine del tentato omicidio dei disturbi psichici originati dall’abuso di droghe e farmaci.

Simone Olivelli