Sequestrati 150 mila orologi falsi

(Ansa)

Fiumicino (Roma), 10 luglio – La Guardia di Finanza dell’aeroporto di Fiumicino ha sequestrato una grande quantità di merce contraffatta. Il tir, intercettato e proveniente dall’Est Europa, conteneva circa 150 mila orologi, 20 mila penne di marca e un milione e mezzo di stickers per bambini, con un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro. Denunciati per contraffazione e ricettazione gli autisti di origini polacche.

Ieri notte i finanzieri erano sulle tracce di un tir sospetto. Lo pedinavano perché si riteneva trasportasse merce contraffatta. I dubbi si sono rivelati fondati. L’autoarticolato, proveniente dall’Est Europa e fermato lungo via Prenestina, nelle vicinanze del Grande Raccordo Anulare, è stato controllato e a bordo sono stati rinvenuti orologi falsi, finte penne Mont Blanc, adesivi per bambini di noti personaggi televisivi e altra merce priva del marchio “CE” e quindi dannosi per la salute. Gli orologi imitavano le grandi marche tra cui Rolex, Cartier, Bulgari, Louis, Vuitton, Omega, Mont Blanc, Vacheron Costantin, Gucci, Tommy Hilfiger, Chanel, Dolce&Gabbana, Patek Philippe, Frank Muller, Fendi, Brietling, Yves Saint Laurent, Panerai, Christian Dior.

La merce è stata sequestrata e ha un valore complessivo superiore a 10 milioni di euro.

I primi accertamenti sono stati delegati dal Pm Pierluigi Cipolla. Le merci risultano essere state prodotte illecitamente in Cina e si tratta di oggetti di ottima fattura, facilmente confondibili con gli originali.

L’operazione che ha permesso di scovare il trasporto illecito di questa merce è inserita nell’ambito dell’intensificazione dei servizi atti a contrastare l’abusivismo commerciale e la contraffazione disposti dal comandante provinciale della Guardia di Finanza, Generale Andrea de Gennaro.

Gli autisti a bordo erano due, entrambi di nazionalità polacca. Su di loro ora pesa una denuncia, effettuata all’autorità giudiziaria di Roma, per contraffazione e ricettazione.

Simona Leo