Mondiali 2010, Olanda-Spagna 0-1: Iniesta porta le Furie Rosse sul tetto del Mondo

La gioia di Iniesta dopo il gol

Finisce 1-0 per la Spagna la finalissima del Mondiale 2010 in Sudafrica. A decidere la sfida è un gol di Iniesta all’11’ minuto del secondo tempo supplementare. Gli iberici, dopo la conquista dell’Europeo di due anni fa, centrano dunque il bis, mettendo le mani sulla prima Coppa del Mondo della loro storia. Grande delusione per gli uomini di van Marwijk: per l’Olanda si tratta della terza sconfitta in altrettante finali.

PRIMO TEMPO – Formazioni confermate rispetto alle previsioni della vigilia. Van Marwijk ripropone van der Wiel nel ruolo di esterno destro di difesa, mentre de Jong ritrova il suo posto in mezzo al campo. Per il resto, stessa formazione che in semifinale aveva eliminato l’Uruguay. Del Bosque conferma invece in toto gli undici della gara di mercoledì scorso contro la Germania: Fernando Torres si accomoda dunque in panchina, con Pedro titolare.

La Spagna parte meglio e dopo soli cinque minuti si rende pericolosa: punizione dalla destra di Xavi, colpo di testa di Sergio Ramos e respinta a pugni uniti di Stekelenburg. Ancora il terzino del Real Madrid protagonista sei minuti più tardi, quando entra in area dalla destra e lascia partire un gran tiro che Heitinga respinge a pochi centimetri dalla linea di porta. Sul corner seguente, palla buona per David Villa che calcia sull’esterno della rete.

Dopo un primo quarto d’ora vibrante la partita si innervosisce. L’arbtro dell’incontro, l’inglese Webb, è costretto ad estrarre il cartellino giallo ben cinque volte nel giro di un quarto d’ora. Da segnalare in particolare un fallo di de Jong su Xabi Alonso che avrebbe meritato il rosso diretto.

Nel finale di tempo arriva la prima vera occasione per l’Olanda. Su azione susseguente ad un calcio piazzato di Sneijder, Robben si impadronisce di un pallone vagante al limite dell’area e calcia rasoterra sul primo palo: Casillas è bravissimo a deviare in corner.

SECONDO TEMPO – La prima occasione della ripresa arriva al 55′, quando Xavi calcia una punizione a lato. Sette minuti più tardi occasionissima per l’Olanda: splendiada palla in verticale di Sneijder per Robben che, solo davanti a Casillas, si vede deviare in corner la conclusione.

La partita diventa più vivace e la Spagna ha due grandi opportunità per il vantaggio. Al 69′ Jesus Navas si incunea dalla destra, crossa rasoterra, Heitinga liscia il pallone ma il tiro di Villa da due passi viene respinto sulla linea. Pochi minuti dopo è Sergio Ramos a fallire di testa, su corner di Xavi, la palla del vantaggio.

Nel finale altra grande palla-gol per Robben, che brucia sullo scatto Puyol ma viene fermato in uscita bassa da Casillas. Dopo 90 minuti la gara è ancora sullo 0-0.

SUPPLEMENTARI – L’extra time inizia con una grande palla gol per Fabregas, che dopo 5′, lanciato da Iniesta, trova il corpo di  Stekelenburg in uscita disperata. Un minuto dopo è Mathijsen ad avere la palla d’oro, ma il suo colpo di testa su corner da destra sorvola la traversa. Il primo tempo supplementare si chiude con destro di Jesus Navas che termina la sua corsa sull’esterno della rete dopo la deviazione di van Bronckhorst.

Il secondo tempo si apre con un episodio chiave: Iniesta si incunea centralmente verso la porta ma viene trattenuto da Heitinga: Webb gli mostra il secondo cartellino giallo e il difensore olandese finisce sotto la doccia. A 4′ dal termine arriva il gol che decide il Mondiale: azione confusa al limite dell’area olandese, Fabregas serve Iniesta che in diagonale trafigge l’incolpevole Stekelenburg.

Vani i tentativi finali degli olandesi, che si buttano disperatamente in avanti negli ultimissimi minuti: la Coppa del Mondo finisce per la prima volta in terra iberica.

TABELLINO

OLANDA – SPAGNA 0 – 1

Olanda (4-2-3-1): Stekelenburg; van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, van Bronckhorst (15′ pts Braafheid); van Bommel, De Jong (9′ pts van der Vaart); Robben, Sneijder, Kuyt (26′ st Elia); van Persie.
A disposizione: Vorm, Broschker, Boulahrouz, Ooijer, De Zeeuw, Schaars, Babel, Afellay, Huntelaar. All. van Marwijk.

Spagna (4-2-3-1): Casillas; Sergio Ramos, Piqué, Puyol, Capdevila; Busquets, Xabi Alonso (42′ st Fabregas); Pedro (15′ st J. Navas), Xavi, Iniesta; Villa (1′ sts Torres).
A disposizione
: Reina, Valdes, Albiol, Marchena, Arbeloa, Martinez, Silva, Mata, Llorente. All. Del Bosque

ARBITRO: Webb (Ing)

MARCATORI: 11′ sts Iniesta

AMMONITI: Van Persie, Van Bommel, De Jong, Van Bronckhorst, Robben, Van der Wiel, Mathijsen (O), Puyol, Xavi, Sergio Ramos, Capdevila (S)

ESPULSI: 4′ sts Heitinga (O)

Pier Francesco Caracciolo