Stasera in tv: Mickey Rourke in “The wrestler”

Questa sera, alle ore 21:00, la rete satellitare Sky Cinema Mania trasmetterà la pellicola “The wrestler“. Il film è diretto da Darren Aronofsky ed è interpretato dal redivivo Mickey Rourke e dalla bella Evan Rachel Wood. Campione di incassi al botteghino, il lungometraggio è stato candidato a due premi Oscar ed ha vinto due Golden Globe ed un Leone d’oro al Festival del Cinema di Venezia.

Negli anni ’80, Randy “The ram” Robinson (Mickey Rourke) era uno dei wrestler più amati dal pubblico. L’incontro con il rivale Ayatollah, sconfitto il 6 aprile 1989, sarebbe rimasto nella storia se non fosse che Randy non ne uscì illeso. I medici gli sconsigliarono di continuare con quella carriera e da allora Randy, separatosi dalla moglie e entrato in conflitto con la giovane figlia, entra in depressione. Oggi il wrestler lavora in un supermercato e combatte per i suoi pochi fans nelle palestre dei licei. Ma mentre cerca di rifarsi una vita, qualcosa va storto…

Il regista si sofferma nella descrizione del degrado, nella rappresentazione del disfacimento, non solo fisico, del protagonista. Nel personaggio del triste Randy è racchiusa la quintessenza del fallimento, indagata dalla pellicola con occhio vigile e impietoso. Tutto nel personaggio di Mickey Rourke ci ricorda che la vita può non andare come desidereremmo: il wrester ha dovuto affrontare un infarto, una separazione, una fase da alcolista giungendovi direttamente dalle luci della ribalta. Senza accenni di pietas, si mette sulla scena la trasformazione di un atleta in un uomo distrutto. E i riflettori scorrono dalle vittorie di un campione, alla piccolezza di un uomo che ha perduto se stesso. Dramma interiore dunque, e un pizzico di cinica cattiveria per una pellicola che si fa ricordare.

Valentina Carapella