“AAA Casa Monroe vendesi”

Devono aver avuto un sussulto  quelli che cercano casa e hanno disponibilità: quando su un sito web di  immobili  hanno visto che era in vendita per la modica cifra, si fa per dire, di  3.6 milioni di  dollari la villa di Brentwood, in stile Spagnolo dove venne trovata morta, nel 1962 Marilyn Monroe, per una overdose di sonniferi.

Le 4 camere da letto  e i 3 bagni  della casa situata al 5 di  Helena Drive hanno diverse caratteristiche: come ad esempio delle spesse pareti, finestre con  battenti, pareti bianche e lucide, pavimenti in cotto, soffitti a travi in legno  e arredamente d’epoca. Secondo il sito web di David Offer, dell’immobiliare Prudential di California la “hacienda”  e la piscina costruite nel 1929, si trovano  su  2136.77 metri quadrati. La notizia, all’inizio, era stata riportata dalla Curbed di  Los Angeles, un sito web specializzato che segue le notizie relative a proprietà immobiliari residenziali prestigiose.

La casa si trova alla fine di una strada chiusa e dietro ad una grande cancellata: il sito web la offre e la descrive  in questi termini: “è  il gioiello della corona ed una delle più grandi proprietà  di Helena Driver, una delle più romantiche e ricercate località di Brentwood, che fornisce  una vista bellissima e una grande privacy & tranquillità e tuttavia è vicina ai negozi e ristoranti  di San Vicente  ed al Mercato di  Sunday Farmer”.

 Sul titolo del Los Angeles Times del 6 Agosto del 1962  si legge che: “Marilyn Monroe è stata trovata morta, a causa di una overdose di sonniferi.” Il mattino dopo  il corpo senza vita dell’ attrice  36enne è stato trovato  dallo psichiatra  che entrato nella camera da letto, la trovata stesa sul letto  con in mano, ancora,  la cornetta del telefono.

Avvolta in una pallida coperta blu, il suo corpo è stato prima trasportato con una barella in una ambulanza  e da lì trasferita  all’obitorio di Westwood Village. Il ‘ Times’  dell’epoca riportava che la Monroe, aveva acquistato la casa solo di recente per 75,000 dollari e che era arredata solo parzialmente.(Maria Luisa L. Fortuna)