Home Spettacolo Gossip

Mel Gibson all’ex-moglie: “Le botte? Te le sei meritate!”

CONDIVIDI
Mel Gibson e Oksana Grigorieva

Un audio di otto minuti che stavolta può causare davvero seri problemi. Si tratta di una registrazione in cui Mel Gibson aggredisce verbalmente l’ex-moglie, Oksana Grigorieva, madre del suo ottavo figlio. Il documento è abbastanza scioccante e sta facendo il giro del web lasciando un po’ tutti quanti allibiti per la violenza delle parole del’attore di Braveheart. A breve la registrazione sarà vagliata dalle autorità giudiziarie americane ed inserite all’interno dell’inchiesta che vede l’attore e regista australiano accusato di violenze domestiche ai danni della compagna.

L’audio è stato registrato dalla Grigorieva durante una telefonata ricevuta dal marito. L’acceso litigio telefonico è stato diffuso via internet dal sito web Radar ed in esso di può ascoltare la voce di Mel Gibson che minaccia alla donna di darle “bastonata al lato della testa” e di farla finire “in un giardino di rose”. La conversazione risale a qualche mese fa. Durante la telefonata registrata la donna accusa il marito di averla picchiata in precedenza, arrivando a romperle anche un dente ed urla: “Che razza di uomo è questo? Un uomo che picchia una donna mentre tiene in braccio un bambino e le rompe i denti! Che razza di uomo è questo?”. Gibson, per nulla pentito, le risponde: “Oh, tu sei arrabbiata adesso. Ma sai cosa ti dico? Te lo sei meritato!“. L’attore, incontenibile, prosegue con le minacce gridando alla madre di sua figlia: “Ti metto in un giardino di rose, hai capito? Guarda che ne sono capace! Tu hai bisogno di una bastonata al lato della testa”.

Davvero una brutta bastonata quella che invece arriva per Mel Gibson a seguito di quest’audio choc. Di recente era stata diffusa la notizia di un’ulteriore litigio fra lui e Oksana Grigorieva, in cui l’attore aveva rivolto alla compagna minacce pesanti con tanto di insulti razzisti. Per ora dalla parte di Mel Gibson non arrivano dichiarazioni ufficiali in merito a questa registrazione che, a conferma dello sceriffo di Los Angeles, verrà utilizzata all’interno dell’inchiesta per violenza domestica. Gibson e la moglie si sono separati due mesi fa e da allora è cominciata una battaglia legale per l’affidamento di Lucia, la bambina di otto mesi nata dal loro matrimonio.

Fonte LaStampa.it

Andrea Camillo