I Take That ritornano: c’è anche Robbie Williams

Dopo ben 15 anni Robbie Williams ritorna nei Take That, il gruppo con il quale conquistò fama e successo mondiali. Tuttavia non si tratta di un ritorno definitivo, ma un modo per festeggiare i suoi vent’anni di musica. La notizia, inizialmente basata su voci di corridoio, è stata confermata ieri dalla Bbc.

È dal 1995 che Robbie Williams non metteva piede nello stesso studio di registrazione dei suoi ex compagni; una grande emozione non soltanto per lui ma anche per la “sua” boy band. La popstar è “tremendamente e straordinariamente eccitato”. Ha confidato: “Mi sento come se fossi tornato a casa”. Non molto diversa la reazione dei suoi ex compagni. In particolare per Gary Barlow “è sempre stato un sogno che non sembrava diventasse realtà”.

Tuttavia si tratta di un ritrovarsi solo momentaneo, solo per un anno. Si parla della possibilità di un tour insieme, ma questa voce non è stata ancora confermata dal portavoce del gruppo. Per il momento i Take That a novembre pubblicheranno un nuovo disco, il cui titolo non è stato ancora stabilito. Secondo un progetto iniziale, dovrà contenere almeno 6 brani, scritti da tutti e cinque i membri del gruppo. Uno di questi, Shame, entrerà, inoltre, a far parte del doppio cd antologico In and Out of Consciousness, che celebrerà i vent’anni della carriera musicale di Robbie Williams, che ha ammesso: “Parte del mio futuro comprende nomi che appartengono al mio passato e costituiscono una parte rilevante della mia vita”. E quale modo migliore per dimostrarlo?

L’idea di questo progetto è balenata lo scorso settembre a New York, quando il 36enne Robbie Williams partecipò all’addio al celibato di Mark Owen. In questa occasione rivide gli altri componenti della band: Gary Barlow, Jason Orange e Howard Donald. Era da tempo ormai che non si frequentavano e non molto tempo dopo sul sito di Williams è stata diffusa la notizia, poi confermata dalla Bbc.

Utilizzando le parole di Jason, “duri quanto deve durare. La vita a volte è bellamente strana”.

Simona Leo