Nuova scoperta a Roma dai Gesuiti,ipotesi di un Caravaggio all’orizzonte

Una nuova ed emozionante scoperta è venuta alla luce proprio in concomitanza con le celebrazioni di quello che è il quarto centenario della morte di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio: la preziosa opera raffigura il martirio di San Lorenzo ed è stato rinvenuta a Roma tra le diverse proprietà della Compagnia di Gesù, affascinando tutta quella che è la critica d’arte. Il quadro sembra possedere tutti gli elementi necessari per l’attribuzione al celebre artista ma necessita comunque ancora della garanzia di ufficialità; questo almeno, quanto riferito dall’Osservatore Romano.

Stando a quanto riferito dal giornale il dipinto rinvenuto è stilisticamente impeccabile e perfetto, con una luce che proviene dal fondo scuro a rischiarare e sferzare con improvvisi bagliori la superficie dei volumi; inevitabile è quindi la connessione che andrebbe a stabilirsi con dipinti come la Conversione di San Paolo, il Martirio di San Matteo o Giuditta e Oloferne; quello a cui bisogna però fare attenzione e a nn voler attribuire a tutti i costi e d’impulso, in preda della febbre-Caravaggio, il quadro all’artista senza prima effettuare accurati studi ed analisi.

Saranno quindi necessarie altre analisi diagnostiche e un accurato approfondimento documentario, stilistico e critico per poter fornire le risposte tanto attese: l’opera permette comunque di gettar luce e approfondire quelle che sono aspetti ancora poco noti della vita romana di Caravaggio e soprattutto del suo rapporto con la compagnia dei Gesuiti. Diversi e notevoli sono comunque gli aspetti che riconducono il quadro ad un caravaggesco del primissimo tipo come  la luce proveniente dal fondo scuro a modellare i volumi o l’originalità della posa del santo che, all’apparenza quasi irriverente compare a pancia in giù sulla graticola, disperatamente alla ricerca della salvezza con quel tipico e profondo tratto di umanità che si ritrova in altri quadri del pittore raffiguranti  il significato teologico del martirio.

Il Martirio di San Lorenzo contiene difatti uno specifico riferimento a quelli che sono gli indirizzi iconografici di tipica ed evidente matrice gesuitica non per il tema specificatamente agiografico del santo diacono Lorenzo ma per il collegamento alla portata teologica del tema del martirio in generale, molto presente e diffuso all’interno della Compagnia di Gesù.

Rossella Lalli