Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Butta bene, vivi meglio… (forse)

CONDIVIDI

Da poche settimane è attivo il nuovo sistema di raccolta differenziata promosso da AMA S.p.A (Azienda Municipale Ambiente) che prevede  la sostituzione del cassonetto attualmente utilizzato per la raccolta degli scarti alimentari e organici e dei materiali non riciclabili, con due Punti Mobili di Raccolta presso i quali alcuni operatori AMA raccoglieranno in maniera distinta gli scarti alimentari e i materiali non riciclabili.

“La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo da rispettare l’ambiente, ridurre i costi di smaltimento, riciclare materiali preziosi” dice AMA.

Secondo le stime Roma è fra le città europee che producono maggiormente rifiuti, intorno a 2 milioni di tonnellate all’anno. Per questo motivo diventa molto importante effettuare una opportuna raccolta differenziata, in maniera tale da riciclare una buona parte dei rifiuti prodotti e preservare l’ambiente.

Pochi giorni fa nei quartieri Montesacro e Conca d’Oro di Roma,  è stato consegnato alle famiglie il kit di avvio, ovvero una biopattumiera e dei sacchetti.  Un operatore ha proceduto poi,  in seguito alla consegna, ad illustrare le buone norme da rispettare al fine di rendere efficace il nuovo metodo di raccolta.

L’elemento di novità è costituito dai Punti Mobili di Raccolta (due furgoncini) che vanno a prendere il posto del cassonetto verde, quello destinato in precedenza ai rifiuti misti non riciclabili. Resterà invariata invece la raccolta di carta, vetro, plastica e metallo.

I rifiuti organici raccolti saranno utilizzati come compost, concime per il terreno proprio come si faceva in passato.

Fin qui nulla da obiettare al nuovo servizio di raccolta che porta avanti una delle cause più onorevoli, la salvaguardia dell’ambiente, se non fosse per alcune spiacevoli accortezze che mettono l’ansia da raccolta differenziata e condizionano abbondantemente la vita dei cittadini.

Il primo disagio che salta all’occhio è che i rifiuti alimentari saranno raccolti solo in determinate fasce orarie: dal lunedì al venerdì sarà possibile consegnare i propri scarti alimentari all’operatore AMA dalle ore 05.30 alle ore 10.30, mentre il sabato e la domenica (per la gioia dei più pigri) i Punti Mobili di Raccolta saranno operativi dalle 07.00 alle 12.

In aggiunta, prima di uscire di casa è necessario consultare una sorta di Calendario in modo da localizzare i Punti Mobili di Raccolta nelle vicinanze, poiché in base all’orario i furgoncini si muovono nel quartiere.

Per non parlare del controsenso della nuova biopattumiera areata che è fornita di buchi per fare – per l’appunto – aerare i sacchetti  che però , essendo in cartoncino, non sono resistenti agli scarti alimentari. Si rende quindi necessario posizionare nella biopattumiera prima un sacchetto in plastica e dopo quello fornito da AMA se si vuole evitare di sporcar tutta la casa. Con il sacchetto di plastica però l’aerazione viene meno, mentre il pericolo cattivi odori è dietro l’angolo.

Che dire, si spera che questi piccoli intoppi siano dovuti alla recente nascita dell’iniziativa e che con il passare del tempo possano essere messe a punto soluzioni più consone per la raccolta degli scarti alimentari.

Per adesso AMA ringrazia i cittadini per la collaborazione, i cittadini ringraziano AMA per la complicazione

Veronica Tarantini