Uomini e Donne: Raja’a Afroud si difende dalla accuse

Non c’è pace per una delle protagoniste della passata edizione di Uomini e Donne, il programma condotto da Maria de Filippi in onda durante il pomeridiano su Canale 5. Raja’a Afroud, ex corteggiatrice di Marcelo, si difende dalle accuse che le sono state mosse da un giornale di Vicenza. Nell’articolo del giornale viene definita una escort e viene detto che sia coinvolta in un giro di prostituzione.

La bellissima ragazza ha dichiarato alla rivista Visto di aver appreso la notizia tramite un amico che le ha comunicato della comparsa dell’articolo con le accuse sul suddetto giornale. L’articolo raccontava di una sua partecipazione ad una cena per la bella somma di mille euro. Raja’a conferma però di avere la coscienza a posto e di sentirsi pulita. Proprio per quest’ultimo motivo accetta di parlare ai microfoni dei giornalisti e non solo. Usa queste occasioni per spiegare la sua verità e per far capire alle persone che non frequentano l’ambiente come vanno certe cose. Dal suo racconto pare proprio essere tutto più semplice di come sembra. La ragazza spiega quindi che dopo la conclusione del programma televisivo, come molti ex protagonisti, ha iniziato a ricevere varie offerte di varia natura. Ha fatto varie ospitate e si è esibita anche come vocalist. Le chiamate che ha percepito sono provenute soprattutto dai paesi e dai locali del Sud d’Italia.

Raja’a afferma che può confermare tutto il suo agente. La ragazza ha lavorato soprattutto nei fine settimana mentre afferma di essere rimasta a casa sua a Jesolo ad occuparsi della bambina per il resto dei giorni. Pensando al futuro però dice di non avere problemi a fare ulteriori ospitate infrasettimanali ma solo se vicino a casa in modo da non lasciare troppo solo la figlia. Tutto  qui, semplici ospitate che tutti fanno senza problemi. Da qui Raja’a ha cominciato quindi a prendere dimestichezza con il nuovo mondo che le girava attorno e così quando ha ricevuto un sms che la invitava a partecipare una cena vicino Vicenza non ha sospettato nulla e ha pensato che fosse una comune ospitata come le altre. Raja’a dice di aver specificato che per tale ospitata il suo cachet era di mille euro. Tutto normale. Tutto come ogni ospitata. Raja’a doveva solo presentarsi, fermarsi un pochino ed incassare la somma. Nulla di più. Questo è quanto viene fuori dal racconto della ragazza.

Raja’a pensa poi al dopo estate e confessa di voler partecipare nuovamente al programma, ma nelle vesti di tronista.  La redazione non si è più fatta viva e la sua paura è che la vicenda le abbia chiuso qualche porta. Proprio per questo continua a ribadire di essere pulita e a quelli che controbattono dicendo di avere i video risponde di essere tranquilla e in pace con se stessa proprio perché sa che non ci sono immagini compromettenti che la riguardano.

Alessandra Solmi