Sam Raimi e i fumetti: dopo “Spider Man” arriva un western Sci-fi

L’ondata di trasposizioni cinematografiche da fumetto è una vera e propria mania degli ultimi anni, tanto che alcuni registi sembra non possano più farne a meno. Tra questi, possiamo annoverare indubbiamente Sam Raimi, che ha ridato lustro all’immagine di un personaggio e di un fumetto che negli ultimi decenni avevano un pò perso popolarità: parliamo ovviamente di “Spider Man”. Appassionatosi forse alle graphic novel, dopo i tre capitoli cinematografici tratti dal celeberrimo lavoro di Stan Lee, Sam Raimi torna alla regia con un film tratto da un fumetto. “Earp: saint for sinners” è il titolo del prossimo film commissionato al regista americano dalla Dreamworks e la Mandeville Films, tratto da una miniserie a fumetti della Radical Publishing incentrata sulla vita dello sceriffo Wyatt Earp; o almeno questo è quanto riportato dalla celeberrima rivista americana dedicata al cinema, l’Hollywood reporter.

Lo sviluppo del progetto è agli inizi, e secondo il sito il film verrà ambientato “in un futuro dove la società è allo sfascio, e l’unica città fiorente rimasta è Las Vegas”. La storia riprende le vicende dello sceriffo Wyatt Earp, realmente esistito e divenuto celebre per la sua “sfida all’Ok Corrall”, in cui ha combattuto accanto ai suoi fratelli e a Doc Hollyday. Ad affiancare Raimi in quest’operazione cinematografica ci sono personaggi che conoscono bene le vicende dello sceriffo Earp: la sceneggiatura è infatti affidata a Matt Cirulnik, co-creatore del fumetto; la produzione per la Mandeville Films è invece affidata a David Manpearl, l’altro creatore della graphic novel.

Radical illustrera’ il progetto giovedi’ durante il suo intervento alla manifestazione di fumetti Comic-Con. Manpearl, Cirulnick e Jesse Berger della Radical sono i produttori esecutivi, e Mark Sourian e Jonathan Elrich della Dreamworks sovrintenderanno i lavori. Raimi intanto sarà presto impegnato nella direzione di “Oz, il Grande e Potente”, sorta di prequel del “Mago di Oz” la cui uscita è prevista per il prossimo anno.

Roberto Del Bove