Gwyneth Paltrow: “Ho sofferto di crisi post partum”

Gwineth Paltrow

Di solito la nascita di un figlio per una donna è sempre un evento ed un’esperienza di grande gioia. A maggior ragione diventare madre per la seconda volta dovrebbe portare solo grande felicità, ma purtroppo non è sempre così. Ne sa qualcosa Gwyneth Paltrow, che dopo aver avuto il suo secondo figlio ha dovuto combattere contro una forte depressione post partum. Nella newsletter settimanale Goop l’attrice ha dichiarato: “Quando Moses è venuto al mondo nel 2006 pensavo di vivere un altro momento di euforia come fu per la nascita di Apple. Invece è stato uno dei periodi più bui e dolorosi della mia vita“.

Gwyneth Paltrow, attrice Premio Oscar per la sua interpretazione in Shakespeare in love, è sposata con Chris Martin, frontman dei famosissimi Coldplay. La depressione post partum colpisce una neomamma su dieci e così l’attrice americana ha deciso di rivelare questa sua brutta esperienza, anche per dare una mano a tutte le altre donne che potrebbero riconoscere così i sintomi della malattia. “Per cinque mesi – torna a spiegare – ho avuto quella che con il senno di poi ho capito essere la depressione postnatale e da allora ho voluto saperne di più. Non soltanto da un punto di vista scientifico ed ormonale ma dal racconto di altre donne che ci sono passate”.

Sono di pochi giorni fa le foto scattate in cui Gwineth Paltrow è stata ritratta al mare, in costume da bagno insieme ai suo figli, finalmente felice e sorridente sulla spiaggia degli Hamptons, vicino a New York, dove vive insieme a suo marito e al resto della sua famiglia. La crisi post partum non sempre si manifesta subito dopo il parto. Spesso bisogna attendere qualche mese dopo la nascita del bambino per poter segnalare i primi sintomi. Si tratta di un malessere che se non riconosciuto e curato può anche durare anni. Fra i sintomi principali ci sono: crisi di pianto, ansia immotivata, poco appetito e paura di rimanere da sole con il neonato.

Andrea Camillo