Salerno: investe con l’auto ex convivente e figli, arrestato

Tragedia sfiorata oggi a Mercato San Severino, frazione Acquarola, piccolo centro del salernitano. E’ bastata l’ennesima lite di natura familiare a far scattare nella mente di un pregiudicato di 58 anni un irrefrenabile impulso omicida.

L’uomo, colto da ira, ha infatti tentato di uccidere, investendoli, l’ex convivente e i figli.

L’uomo, arrestato dai carabinieri, ha dapprima speronato il cancello dell’abitazione della ex, una casalinga di 54 anni. Poi, dopo averla ripetutamente minacciata di morte, ha ingranato la retromarcia ed a velocità elevata ha investito prima la donna, poi il figlio 22enne e la figlia di 28 anni, che erano accorsi in aiuto della madre, schiacciandoli contro un muro.

Il 58enne poi, una volta esaurita la furia omicida, ha tentato di fuggire a piedi, ma è stato immediatamente arrestato in ospedale.

Fortunatamente i drammatici momenti vissuti dalla famiglia salernitana non hanno avuto le conseguenze peggiori. Infatti, esclusa la figlia di 28 anni che ha riportato la peggio, ricoverata con prognosi di 45 giorni per trauma cranico, varie lesioni e la frattura scomposta del femore, gli altri feriti (compreso il pregiudicato) se la sono cavata con poche escoriazioni.
L’iracondo 58enne si trova ora in stato di arresto con le pesanti accuse di tentato omicidio e lesioni aggravate.

Raffaele Emiliano