Accoltella due Carabinieri a un posto di blocco e viene ucciso

E’ avvenuto a Terni: due Carabinieri in servizio di ordinanza ad un posto di blocco intimano l’alt ad un uomo che percorreva la strada Caproni, a Nord della città, a bordo di un ciclomotore senza targa e casco. L’individuo però tira dritto e i militari decidono quindi di inseguirlo. Una volta raggiunto, l’uomo,un 35 enne, dopo una collutazione,  estrae un coltello e si avventa sui due militari scagliando diversi fendenti all’addome e al braccio dei due uomini dell’Arma.  A dispetto delle serie ferite riportate a causa dell’improvvisa aggressione subita, uno dei due militari riesce comunque a reagire, estrae la pistola e spara tre colpi ferendo il suo aggressore. Quest’ultimo, identificato come Livio Tassini, con precedenti per rissa e porto abusivo di armi, morirà poco dopo in ospedale.

I Carabinieri, portati anche loro in ospedale hanno dovuto subire entrambi un intervento chirurgico; i danni causati dalla lama del coltello sono infatti stati molto seri. In ogni caso le loro condizioni non destano preoccupazione, sono state infatti definite “non allarmanti”, dagli stessi medici. Prima di estrarre la pistola gli uomini dell’Arma avrebbero reagito con i manganelli, ma  il Tassini pare non abbia avuto remore nemmeno davanti a militari armati,  avrebbe infatti continuato  ad infliggere coltellate, fino a quando non si è accasciato al suolo esanime  raggiunto dai proiettili sparati dalla pistola d’ordinanza del militare.

Sul posto ora si stanno svolgendo le indagini di rito; si stanno cercando quindi i proiettili sparati dai Carabinieri e il coltello utilizzato dall’aggressore. Sentiti  dalle autorità anche alcuni testimoni che stavano pranzando in una baracca molto vicina al luogo in cui è avvenuto il misfatto.

Angelo Sanna