Arte: Zanoni e le sue fotografie del grande Caravaggio

 

Anno di Caravaggio e di esposizioni, mostre e convegni a non finire su quello che è uno dei più grandi artisti dell’arte italiana e mondiale e di cui si celebra quest’anno il quattrocentesimo anniversario della morte. Ed ecco che il fotografo Giuseppe Zanoni di Porto Ercole, con l’aiuto e la collaborazione della giornalista tedesca Annegriet Camilla Spoerndle e dell’architetto Giacomo Pietrapiana si è posto l’obiettivo di reinterpretare ben otto capolavori di Caravaggio in fotografia contemporanea senza intaccare comunque le luci e quella che è la composizione delle opere del grande e celebre artista; in questa operazione si è poi avvalso dell’aiuto e del coinvolgimento di maestre, pensionati, studenti,mamme, pescatori e nonni del suo paese d’origine.

L’innovativa idea si è dimostrata poi ancora più avventurosa ed interessante in relazione al mezzo tecnico scelto ed utilizzato ovvero il banco ottico a lastre che è la prima storica macchina fotografica, senza nessun utilizzo ed impiego di mezzi e strumenti digitali. Zenoni racconta di come, essendo nato nel luogo nel quale Caravaggio è morto, sia stato sempre impressionato ed attratto da quella che è la potenza fotografica insita all’interno dei suoi quadri, dei suoi modelli e dei giochi con luci e ombre. Gli studi scientifici condotti poi dalla dottoressa Roberta Lapucci hanno dato una decisa e netta conferma, oltre che concentrato  e catalizzato l’idea di Zanoni sull’aspetto di Caravaggio fotograto e così si è iniziato a pensare alle sue opere ed a sviluppare alcune interessanti idee su quelli che sono i suoi quadri.

La giornalista Annegriet Camilla Spoerndle ha spiegato e illustrato il modo di porsi e di impostare l’interessante lavoro in quando l’idea di base era agire come Caravaggio e quindi lavorare con la gente del popolo; da ciò ne è conseguito un lavoro innovativo ed originale dagli interessanti sviluppi e che ha soddisfatto tutta l’equipe. I risultati verranno esposti e presentati con una mostra fotografica dal 24 luglio fino alla data del 29 agosto e saranno anche racchiusi in un catalogo in occasione dei festeggiamenti del quadricentenario della morte del celebre artista Caravaggio.

Rossella Lalli