Beppe Grillo: “Feltri un bugiardo e io non sono anticapitalista!”

Oggi, l’edizione on line de “Il Fatto Quotidiano” pubblica un’intervista a Beppe Grillo. Come sempre, quando a parlare è il comico genovese, c’è farsi quattro risate, ma non solo.

Il bersaglio principale di Grillo è stavolta Vittorio Feltri, direttore de Il Giornale. Il comico genovese, leader del Movimento 5 stelle, lo definisce un bugiardo, perché tarocca i titoli. “Prende un sacco di soldi per i suoi giornali e in più scrive che sarei io a volerli per il mio movimento! Sono solo bugie: se vuole, lo sfido. Fisicamente”.

Grillo se la prende anche col Pd, definito un partito che non esiste, guidato da un leader che, di conseguenza, non può nemmeno essere immaginato. Per la cronaca, comunque, si tratterebbe di Bersani.

Il comico genovese ha parole d’elogio per il leader dell’Idv Di Pietro e per Vendola, anche se “loro hanno fatto scelte diverse, visto che devono trovare accordi coi partiti politici, quindi…”

Sul movimento: “Non ci alleeremo con nessuno, ma presenteremo nostri candidati. Io? Assolutamente no! Sarà un giovane di una trentina d’anni a guidare il movimento”.

A Grillo viene chiesto se si sente anticapitalista: “Macchè, questa è la minima dose consentita di socialdemocrazia, altro che anticapitalismo! Addirittura… Qui si stanno svendendo i beni pubblici nel quale è cresciuta la democrazia: parchi, le scuole, i trasporti… Tutto in nome della presunta sacralità del mercato. Stanno facendo a pezzi le conquiste di mio padre e di mio nonno.. Bisogna incazzarsi!”

Il comico ha ricordato l’appuntamento di Cesena del 26 settembre prossimo: si incontreranno tutti i “grillini” e si esibiranno tanti artisti. Ma che succederà di preciso, si può sapere qualcosa in più? “Non lo so”.

L’intervista completa su www.ilfattoquotidiano.it

G. M.