Beppe Grillo vs Vittorio Feltri: lo scontro sui rimborsi elettorali continua

Continua il duello a distanza tra Beppe Grillo e Vittorio Feltri. Nei giorni scorsi il direttore de “Il Giornale” aveva sostenuto che il comico genovese avrebbe chiesto, per il Movimento 5 stelle, i contributi elettorali previsti dalla legislazione. Il quotidiano di Feltri aveva inoltre scritto che nel movimento fondato da Grillo c’erano vere e proprie lotte di potere che nulla hanno da invidiare a quelle dei partiti della prima (e della seconda) repubblica.

La replica del più famoso blogger italiano non si era fatta attendere. Grillo aveva smentito ogni affermazione de “Il Giornale” e aveva sfidato Feltri a un vero e proprio incontro di pugilato.

Oggi, sul sito del quotidiano, la controreplica, a firma proprio del Direttore.

“Caro Grillo,
leggo che mi vuole «incontrare fisicamente» se il Giornale non rettificherà le balle raccontate sul suo movimento politico talmente onesto da non richiedere il rimborso elettorale (soldi) allo Stato. Praticamente una sfida.

Posto che il Giornale ha scritto la verità (abbiamo i documenti da cui è stata ricavata la notizia) accetto volentieri di «incontrarla fisicamente», ma faccia a faccia. Non si illuda di attuare con me il programma del suo partito sintetizzato nel famoso motto «vaffanculo». v.f.”.

Il comico genovese ha snobbato, almeno per il momento, la letterina di Feltri.

G. M.