Europei atletica: delusione Schwazer, vince Diniz

Un problema muscolare ha bloccato la marcia di Alex Schwazer, verso l’oro e il titolo europeo. L’atleta azzurro si è bloccato vero il 35esimo km della gara di Barcellona, lanciandolo scioccato, deluso e incredulo. Arrabbiato, ha avuto comunque il coraggio di presentarsi ai microfoni della Rai con gli occhi vuoti e gonfi di lacrime: “ Da due anni non riesco più a gioire. Una gara così, con un minimo di condizione, l’avrei dominata. In questo sport devi essere umile, avere voglia di spaccare il mondo, ma per me dopo i Giochi è tutto scontato. Non mi diverto più. Se arrivo secondo è già una delusione. Devo rispettare chi è qui e fatica, così non va bene. Devo pensarci“. E ancora: “Non è un problema fisico, ma ho la sensazione che il mio corpo faccia di tutto per non fare fatica“. E sul ritiro di oggi: “È stato un problema muscolare, ma sulle lunghe distanze è difficile andare avanti se non stai bene”.

La gara ha visto il trionfo del francese Yohann Diniz. Originario di  Epernay, cittadina di circa 30.000 abitanti nella regione Champagne-Ardenne dipartimento della Marne, sede di una delle più grandi e conosciute marche di questo spumante. Oltre ad essersi riconfermato campione europeo, Diniz è stato anche medaglia d’argento ai campionati mondiali di Osaka nel 2007, proprio davanti al nostro Alex Schwazer. In Francia inoltre Yohann Diniz, è considerato un vero e proprio messia per lo sport. Impiegato al ministero delle poste infatti, è stato coinvolto nella promozione della salute sul lavoro, dichiarata una priorità nazionale ed è  stato anche  nominato ambasciatore per la salute di tutti i lavoratori postali. Non è raro quindi vederlo impegnato, prima di alcune gare di maratona o di marcia riservate ai lavoratori ministeriali, distribuire consigli in materia di formazione fisica e stile di vita ai dipendenti postali.

Paolo Piccinini