Francia: la “madre degli orrori” parla dal carcere

La donna accusata di infanticidio per aver soffocato otto neonati,  dal carcere rivela di “sentirsi meglio”.

Villers-au-Tertre, Francia-Dominique Cottrez, 47 anni, infermiera, matricida dei suoi otto figli appena nati, ora si trova in carcere con la tremenda accusa di omicidio plurimo di minori.
Ed è proprio dal carcere che fa sentire la sua voce tramite il suo avvocato, Franck Berton, il quale ha rivelato che la donna gli ha confessato di “sentirsi meglio, sollevata”.

“Aveva come un peso insopportabile sulla coscienza ed ora è lieta perché si sente più leggera. Ma è anche molto provata, stanca e abbattuta” ha raccontato il legale alla stampa. “Le perizie ora determineranno il suo stato psicologico, ci sono delle reali domande psicologiche e psichiatriche che saranno poste”. Una delle ipotesi più palusibili avanzata dall’avvocato dell’infanticida sarebbe basata su una sorta di “negazione della gravidanza” di cui soffrirebbe la donna, ovvero la non consapevolezza di essere incinta. “Saranno le perizie a determinare di quale forma di patologia mentale davvero soffrisse la donna; che siano designati esperti competenti, che conoscano bene il principio e il fenomeno” .

L’avvocato ha inoltre sottolineato di come la sua assistita abbia collaborato spontaneamente con la giustizia senza accampare scuse nè tergiversare. “Dopo il ritrovamento dei primi due corpi sabato scorso, ha fornito le indicazioni necessarie ad individuare anche gli altri sei”.

 

Fiorenza Ciribilli