Giovinco al Bari: il Parma nega l’unione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:52

Illusioni da pre-campionato per il Bari, che in questi giorni ha sperato di mettere a segno forse il colpo più grosso del mercato estivo con l’acquisto della “formica atomica” Sebastian Giovinco, trequartista 23enne perno della Juventus e futuro della nazionale . Il d.s. della squadra pugliese, Guido Angelozzi, ha infatti tentato l’ultimo attacco al giocatore, ormai in procinto di trasferirsi a Parma, dopo le pressioni provenienti  da Gianpiero Ventura, colui che ha portato il Bari alla strepitosa stagione dello scorso anno con i 50 punti in campionato, coniugando un meritato decimo posto a un gioco più che divertente. E’ stato proprio l’allenatore dei biancorossi a convincere Angelozzi della necessità di un”ultima disperata rincorsa al giovane piemontese, che pare già sicuro di voler però intraprendere la strada emiliana.

Chiaro è infatti l’interessamento di Giovinco alla maglia gialloblu con la quale nutrirebbe ambizioni europee: a far scattare l’accordo, ancora non scritto, tra lo juventino e Pietro Leonardi, dg del Parma, pare siano stati proprio gli obiettivi di campionato,  unitamente ad un importo economico notevole che finirebbe dritto nelle casse juventine, una cifra che si aggirerebbe sui 3,5/4 milioni di euro per rilevarne la metà del cartellino.

Alla Juventus occorrevano garanzie, e il Parma ha saputo darne. Vendere la metà del cartellino del fantasista offre  più sicurezza della promessa di “acquisto a titolo temporaneo” tentata giorni fa dai pugliesi, che ora corrono ai ripari: grazie alle pressioni di Ventura e all’abilità di Angelozzi, ora anche il Bari si è reso disponibile per la comproprietà del giocatore, che però pare aver deciso il suo futuro e non sarà là dove un altro fantasista, Antonio Cassano, si fece conoscere al mondo.

Si attendono perciò per Venerdì conferme che potrebbero non tardare ad arrivare, in quanto l’accordo verbale pare esistere,  solo la fatidica firma manca all’appello. La possibile perdita della “Formica Atomica” pare però non sconvolgere i piani di mercato del Bari, che si definisce “completo dalla cintola in su” ovvero nessuno da inserire nell’organico per quanto riguarda il reparto offensivo, che con Giovinco avrebbe però ritrovato un campioncino da allevare, valore aggiunto ad una squadra cui sta stretta la bassa classifica.

Pietro Gamberini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!