Calciomercato Juventus: Giovinco a Parma, Camoranesi e Poulsen verso l’Inghilterra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:44
Sebastian Giovinco, 23 anni, a un passo dal Parma

Sembra essersi finalmente sbloccato il mercato in uscita della Juventus. Beppe Marotta, dopo una prima fase caratterizzata dall’arrivo di ben sei giocatori, si è dovuto arrendere alla mancanza di liquidità delle casse di Madama. Prima di comprare ancora, si dice da giorni, la Juve è costretta a vendere: operazione non semplice, visto l’alto ingaggio dei giocatori in esubero. Negli ultimi giorni, però, qualcosa si è mosso.

Giovinco – Il giovane trequartista è praticamente un giocatore del Parma. Ieri sera Marotta e Paratici, sfruttando il viaggio a Modena per la gara contro lo Shamrock, hanno incontrato l’amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi, trovando l’accordo per il trasferimento del giocatore. Giovinco andrà a Parma con la formula del prestito oneroso (500 mila euro) con diritto di riscatto della metà per i ducali (fissata a 3,5 milioni). Per l’ufficialità bisognerà attendere la firma del giocatore, che ha comunque manifestato il suo gradimento per la società emiliana.

Poulsen – Dopo due anni difficili in maglia bianconera, il danese sembra arrivato al passo d’addio. Sulle sue tracce c’è il Liverpool, come ha ammesso lo stesso Hodgson: “Se otterremo dalla Juventus una valutazione ragionevole, sarà un rinforzo ottimo per la nostra squadra“. L’accordo tra le due società è già stato trovato sulla base di 6 milioni, ora si aspetta il sì di Poulsen. Il suo procuratore è già in Inghilterra per trovare l’intesa sull’ingaggio (a Torino prende 3 milioni netti all’anno, soldi che la società bianconera sarebbe ben felice di risparmiare).

Camoranesi – Contatto ufficiale tra l’italo-argentino e il Birmingham. Ad ammetterlo il procuratore Sergio Fortunato: “Un agente Fifa mi ha consegnato una lettera della dirigenza inglese, hanno fatto una proposta ufficiale. Il Birmingham è un’opzione gradita da Mauro. Adesso la palla è in mano ai dirigenti della Juventus con i quali m’incontrerò nei prossimi giorni“. Il nodo, ancora una volta, è l’ingaggio del giocatore, che si aggira sui 2,5 milioni: gli inglesi non possono permettersi una spesa così alta. “Ma se la Juve contribuisse a parte dell’ingaggio la trattaiva potrebbe chiudersi” ha detto ancora Fortunato. Una buonuscita sembra da escludersi, ma per favorire la conclusione dell’operazione Marotta sembra disposto a lasciare libero il giocatore a costo zero.

Pier Francesco Caracciolo