Elisabetta Gregoraci: dopo Falco Nathan vorrebbe una bambina

Foto 'Gente'

E’ tornata immediatamente in forma dopo la gravidanza e adesso Elisabetta Gregoraci parla del futuro e della possibilità di dare un fratellino, anzi una sorellina per la verità, al piccolo Falco Nathan, nato dall’amore con il marito Flavio Briatore.

Dopo la vicenda giudiziaria che ha portato al sequestro del “Force Blue”, il celebre yacht sul quale la famiglia Briatore era solita passare le vacanze, tutto sembra essere tornato alla normalità e adesso è tempo per Elisabetta di fare progetti e pensare al futuro.

In un’intervista rilasciata a ‘Gente‘, la Gregoraci ha parlato tantissimo di se stessa, del marito e del figlio nato il 18 marzo: “Flavio mi chiedeva da tempo un figlio, io ho sempre voluto aspettare e adesso mi sono quasi pentita”.

Proprio per questo motivo vorrebbe fare in modo di dare al più presto un fratellino a Falco Nathan, anzi desidererebbe una sorellina, ma l’importante è dare un compagno al primogenito: “Non vorrei lasciarlo da solo. Mi piacerebbe dargli una sorellina: i piccoli avvertono la mancanza di una compagnia”, ha dichiarato mamma Eli durante l’intervista.

E Flavio? Che papà è? Stando alle parole della moglie, Briatore non ha molta dimestichezza con pappette e pannolini, però è un papà molto dolce, che non perde occasione di parlare a suo figlio e di ringraziare Elisabetta per avergli fatto il dono della paternità.

Elisabetta, invece, è gelosa già da adesso del piccolo e pensa già a quando arriverà la prima fidanzatina: “Se penso che prima o poi arriverà con una fidanzatina… Io spero che prenda dal padre, e che si sposi tardi, così resta a casa con noi”.

Dopo il sequestro dello yacht la coppia si era lamentata dei modi utilizzati nei loro confronti. Ecco quali erano state le parole della showgirl al ‘Corriere della Sera‘: “Un’esperienza terribile. Lo yacht circondato dai gommoni a sirene spianate. (…) Ho preso al volo due cose per Falco Nathan e sono scesa giù come mi chiedevano di fare. Ho dovuto lasciare la culla, il fasciatoio, le medicine, i prodotti speciali per la pulizia del piccolo. Tutto, insomma. Questa era diventata la sua casa in attesa che finissero la nostra nuova abitazione a Montecarlo, questione di giorni. È stato un trauma per me e per il bambino”.

Adesso, però, tutto è tornato alla normalità e qualche settimana fa la coppia è stata paparazzata sul “Force Blue One”, sostituto del gigantesco “FB”, ma altrettanto “adatto” a qualche giorno di relax tra le onde.

Antonella Gullotti