Ovulazione: shopping, sensualità e sicurezza

Uno studio condotto dall’Università del Minnesota porta alla luce una notizia alquanto curiosa e particolare. Gli scienziati e gli studiosi, diretti da Cristina Durante, hanno fanno sapere che rispetto agli uomini, per le donne, l’ovulazione, pur avvenendo solo 3 giorni al mese, si sentono però più sexy, più focose e più sicure di loro stesse. Tutta questa sicurezza e voglia di ‘apparire’ le porta ad avere una voglia pazza di fare shopping.

Ora, qualsiasi donna interpellata può sottoscrivere di non aver bisogno dell’ovulazione per aver voglia di fare shopping. In generale tutti i giorni sono buoni. Oltretutto si è sempre pensato che esso fosse una cura o quantomeno un placebo per i momenti di tristezza e depressione e non per i giorni in cui ci si sente al 100 % della forma fisica e psicologica.

La molla che fa scattare il tutto, secondo gli scienziati, è proprio la competizione. Non vanità come si potrebbe pensare ma rivalità con le altre donne. Una rivalità che si può toccare con mano e che può diventare anche più importante dell’atto di sedurre un possibile patner. Obiettivo primario è quello di apparire più sexy delle altre. La gara diventa quindi all’ultimo sangue. Non vi sono esclusioni di colpi. Detto così sembra quasi assurdo, ed invece il tutto è scientificamente dimostrato.

In poche parole gli scienziati hanno preso in esame alcune donne che si sono offerte come volontarie. Queste sono state suddivise poi in due gruppi. Al primo gruppo è stata fatta osservare una foto di una donna  molto attraente. Al secondo gruppo, invece, è stata mostrata la foto di una coetanea dall’aspetto comune.  Una donna di quelle che si trovano comunemente in giro per la strada. Fatto ciò, ad entrambi i gruppi è stata data una richiesta comune. Le volontarie hanno quindi dovuto scegliere in primis capi di abbigliamento e poi accessori. Le donne del primo gruppo, quelle a cui era stata mostrata la foto della donna sexy, sono entrate subito in competizione e hanno quindi scelto vestiti molto sexy.  Il periodo fertile le portava infine a rimarcare le loro scelte, la loro volontà di competizione e la voglia di ‘apparire’ più focose e più sexy del solito.

Alessandra Solmi