Home Notizie di Calcio e Calciatori

Calciomercato Juventus: ufficiale, Poulsen ceduto al Liverpool

CONDIVIDI

Il centrocampista danese, dopo due stagioni discrete, saluta la Juventus per 5,5 milioni di euro. Tale cessione rappresenta la prima proficua operazione di mercato in uscita della società bianconera. Per acquistare, però, un top-player sarà necessario continuare ad effettuare colpi di mercato repentini fra cui l’ immediata cessione di Diego e Camoranesi. Ecco, comunque, i dettagli relativi alla cessione di Poulsen:

-Importo complessivo della trattativa: € 5,475 milioni. Tale cifra potrà essere pagata in due rate, ovvero, la prima successivamente alla firma del contratto, e la seconda entro il 1 Luglio 2011. Ogni rata è di € 2,725 milioni. Inoltre la società bianconera informa che il corrispettivo della cessione potrebbe incrementarsi di ben 1,2 milioni di euro per il raggiungimento di taluni obiettivi prefissati nel corso della stagione.

Il calciomercato targato Juve è ancora pieno di falle e, difatti, serve ancora qualche rinforzo. Marotta, dopo il completo fallimento per la trattaiva di Dzeko pensa al doriano Pazzini benchè si vocifera che ormai i rapporti fra il dg bianconero e Garrone non siano più quelli di un tempo. Bastos continua ad essere nella lista di molti club importanti ma continua a smentire, anche malamente, tutti questi interessi. Krasic non fa altro che aspettare il consenso della società torinese dichiarandosi, da tempo, parte integrante del nuovo progetto di Delneri.

La cessione di Poulsen rappresenta il primo spiraglio di luce per il mercato della Juventus ma adesso si deve necessariamente pensare ad un qualcosa di più remunerativo; Camoranesi sembra già essersi accordato con il Birmingham City e non dovrebbero presentarsi eventuali difficoltà mentre il padre di Diego è in contatto con la dirigenza tedesca del Wolfsburg per ultimare i dettagli di un imminente trattativa.

Non resta pertanto che aspettare ulteriori sviluppi che permetteranno ai bianconeri di cercare nuove alternative soprattutto per i reparti più avanzati.

Santi Leotta

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram