Il postino deve andare in ferie e butta le lettere

E’ stato denunciato per “soprressione della corrispondenza”, un uomo di 40 anni residente a Fiumicino. Il suddetto che di professione fa il postino, ha pensato bene, per andare in ferie qualche giorno prima, di  gettare la posta non ancora smaltita in un cassonetto della spazzatura che si trovava sul suo percorso abituale.

Alcune persone, hanno però notato le lettere ancora affrancate e quindi mai spediti e hanno di consguenza avvisato i Carabinieri. Questi ultimi sono risaliti facilmente al responsabile, identificandolo appunto nel laziale 40enne. All’esausto postino era stato fatto obbligo dalla sua responsabile di dover finire di consegnare tutta la posta, prima di potersi godere il meritato riposo. O per fare il furbo o perchè proprio non ce la faceva più, l’uomo ha però deciso di buttare direttamente in  un cassonetto parte della corrispondenza avanzata, compiendo così un reato.

Un gesto che gli è costato davvero caro. L’uomo rischia sicuramente di perdere il posto di lavoro ( dipendente delle poste di Fiumicino) e dovrà comunque affrontare un processo di natura penale. Il reato è stato compiuto il giorno prima della data prevista dell’entrata in ferie, se ne può dedurre quindi che il gesto sia stato messo in atto per non “sballare i tempi”. Fortunatamente, tutte le lettere inizialmente “depositate” nella spazzatura sono state recuperate e consegnate ai rispettivi destinatari.

A.S.