MotoGP: Rossi-Ducati nel 2011

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:46

Dal 2011 Valentino Rossi correrà con la Ducati. L’annuncio ufficiale è arrivato, come previsto, dopo la gara di Brno. La casa giapponese attraverso un comunicato stampa ringrazia il Dottore per le sette stagioni passate insieme.

Con il titolo inequivocabile “Rossi is red“,  la casa di Borgo Panigale ha pubbblicato sul sito l’annuncio del passaggio di Valentino Rossi alla Ducati, dopo pochi minuti dal termine della gara della Repubblica Ceca.
Ormai da qualche mese le voci si rincorrevano all’interno del paddock sul probabile “matrimonio del secolo” che vedeva il nove volte campione del mondo traslocare dalla casa giapponese Yamaha alla casa italiana Ducati.
Ora, finalmente, le chiacchiere acquistano senso e concretezza sulla base dell’ufficialità dell’evento: Rossi ha firmato per due anni con la Ducati.

E mentre girano voci sulla scarsa considerazione della Yamaha nei confronti del campione del mondo, supportate proprio dalla prestazione della gara di  Brno che ha visto Rossi in seria difficoltà e considerevolmente più lento del suo compagno di squadra Lorenzo, la direzione Yamaha si appresta a diffondere un comunicato ufficiale in cui ringrazia il campione di Tavullia per le stupende sette stagioni passate insieme, ma, soprattutto, per aver trasformato la M1 da moto scadente a moto vincente, rendendo così omaggio al protagonista indiscusso della classe regina.

Anche Valentino, da parte sua, sceglie la strada della “benevolenza” per divorziare dalla Yamaha, scrivendo una lettera in cui, dopo aver sottolineato di aver preso, nel 2004, una moto da tutti derisa e di averla, letteralmente, resa protagonista del mondiale portandola a vincere in sette anni ben quattro volte il campionato, ringrazia la casa giapponese per aver passato momenti indimenticabili.

In attesa della stagione 2011, in cui scenari diversi, Rossi in Ducati e Stoner alla Honda, daranno vita sicuramente ad un campionato meno tedioso e scontato, non resta che sperare nel ritorno di gare più interessanti, caratterizzate almeno da qualche sorpasso al limite e, magari, in un “guizzo” di Rossi nella seconda metà del campionato.

Fiorenza Ciribilli

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!