Siena contro la Playstation, nessuna autorizzazione per le bandiere del Palio in Gt5

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53

Siena (20 agosto 2010) – Il Consorzio per la Tutela del Palio di Siena ha avviato azioni legali contro chi utilizza i simboli delle Contrade senza autorizzazione. La decisione pare avere un preciso riferimento nel il videogioco “Gran turismo 5”, della Sony, che nell’edizione per la consolle “Playstation 3” ambienta nella celebre piazza del Campo una sorta di “Palio di go kart”, utilizzando senza alcuna autorizzazione i simboli delle 17 Contrade cittadine partecipanti al noto Palio di Siena, storico evento peraltro già al centro delle polemiche nei giorni passati in seguito alle critiche mosse dal ministro Brambilla in merito al trattamento riservato ai cavalli nella competizione.

La dura reazione del Consorzio per la Tutela del Palio è arrivata dopo che i giornali locali hanno dato risalto alla vicenda, pubblicando la notizia della commercializzazione del videogame, ben presto finito nel mirino dell’autorità. Dal Consorzio fanno infatti sapere che verrà fatta una segnalazione ai produttori e ai distributori del videogioco, e contestualmente saranno intraprese azioni legali, mirate a chiedere anche il sequestro del videogame “Gran turismo 5”.

“Non è possibile usare le immagini delle Contrade – spiega Anna Carli, amministratore delegato al marchio del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena -, in questo caso le bandiere, senza autorizzazione e vista la non attinenza del videogioco con la storia e i riferimenti alla nostra Festa, nello specifico con l’uso delle immagini delle bandiere delle Contrade, non ne avremmo comunque autorizzato l’utilizzo”.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!