Lecce, tassa sul chewing gum

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:12

Lecce (24 agosto 2010) – La capitale del barocco pugliese è ancora una volta sul piede di guerra contro il chewing gum, la gomma da masticare che ha ormai invaso zone pedonali, marciapiedi e monumenti. Giovanni d’Agata, componente del Dipartimento tematico nazionale «Tutela del consumatora» dell’Italia dei valori propone allora nuovamente, così come aveva già fatto due anni fa, l’introduzione di una ecotassa del 10 per cento a carico delle società produttrici di chewing-gum. In questi due anni, secondo l’esponente Idv, la situazione «se non è peggiorata, pare che non sia assolutamente cambiata se le nuove gomme completamente biodegradabili, così come promesso, nel frattempo, non hanno preso piede e se le nostre strade continuano ad essere sporcate dalle gomme da masticare».

«Il chewingum – secondo D’Agata – continua a restare, quindi, un rifiuto speciale per la sua composizione chimica che fa sì che si attacchi ai pavimenti, si scurisce sino ad annerirsi a causa degli agenti atmosferici e del passaggio di pedoni e veicoli, ed è quindi conseguenza di antiestetiche macchie scure di difficile eliminazione ed i cui costi di smaltimento e pulizia ricadono interamente sugli enti proprietari delle strade e quindi sulla collettività».

Per D’Agata pertanto «non resta che continuare a perorare la causa dell’introduzione di una tassa a carico delle ditte produttrici i cui proventi dovrebbero essere interamente destinati per la pulizia delle strade da questi antiestetici rifiuti che continuano ad “oltraggiare” le vie dei centri storici, delle città d’arte ed i monumenti del Bel Paese».

Il costo di pulizia dalle gomme masticate è in realtà assai elevato. Si calcola infatti che siano necessari circa 15 euro al metro quadro, a causa dell’impiego di lavoro manuale indispensabile per eliminare la gomma.

Lecce non è la prima città a dichiarare guerra alle gomme da masticare. A Milano, in corso Buenos Aires, i commercianti hanno infatti «assunto» recentemente due immigrati che assicurano la pulizia del marciapiede in tempo reale, mentre già da alcuni anni Comuni del nord Italia, tra cui Varese, multano il getto delle gomme a terra con multe di varie centinaia di euro.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!