New York, muore figlia 17enne di un ambasciatore precipitando dal 25° piano

Nicole John, 17 anni, al centro della foto che la ritrae con i suoi genitori, nel giorno della maturità

New York, 28 agosto. Nicole John, figlia 17enne dell’ambasciatore americano in Thailandia, è morta ieri precipitando dal 25° piano dell’Herald Towers, un grattacielo di Manhattan. Il suo corpo è stato rinvenuto su un terrazzino al 3° piano dell’edificio. L’incidente si è verificato intorno alle ore 4.00 del mattino (le 10.00 italiane), nell’appartamento di Ilan Nassimi, un ragazzo di 25 anni che aveva organizzato una festa a base di alcol. Il giovane è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di avere offerto bevande alcoliche vietate ai minorenni.

Proprio l’assunzione smodata di cocktail e superalcolici potrebbe essere stata fatale, tuttavia le cause dell’incidente sono ancora in via di accertamento. Non è chiaro, infatti, se la ragazza si sia esposta eccessivamente nel tentativo di scattare una foto, oppure se la sua morte è da considerarsi accidentale.

Secondo la polizia, la sera precedente Nicole era uscita con le sue amiche per recarsi al “Tenjune”, una famosa discoteca situata nel Meatpacking District, un quartiere alla moda di Manhattan. Il gruppo, in seguito, si sarebbe spostato all’appartamento di Nassimi intorno alle 2.00 del mattino. Circa 10-12 persone hanno preso parte alla festa, riferiscono gli investigatori, sebbene al loro arrivo l’alloggio era già stato pulito. Proprio questo particolare avrebbe aumentato i sospetti che non si tratti di un incidente. L’autopsia e gli esami tossicologici in programma per oggi fugheranno ogni dubbio.

Nella sua tasca è stata trovata una falsa carta d’identità che le attribuiva 23-24 anni e un’origine brasiliana. Grazie a questo trucco era riuscita a procurarsi alcolici, poiché negli Stati Uniti è espressamente vietata la vendita di vini e liquori ai minori di 18 anni.

“I nostri pensieri e le nostre preghiere sono rivolti alla famiglia John – ha affermato Mark Toner, portavoce del Dipartimento di Stato Usa – Chiediamo a tutti di rispettare la loro privacy e il loro lutto per la tragica scomparsa della figlia Nicole. La giovane, 17 anni, frequentava l’università a New York, dopo aver studiato per diversi anni in Thailandia, dove il padre Eric John lavorava come ambasciatore americano dal 2007.

Emanuele Ballacci