Beppe Grillo: “La Padania invenzione di marketing”

La Padania? Non esiste. La mafia? Esiste e come e domina nelle regioni del Sud (ma non solo). Il Vaticano? Pesa troppo sulla politica italiana. Questo, in sintesi, il post di Beppe Grillo.

Il  bersaglio principale del comico genovese è la Lega Nord. “La Padania è una invenzione marketing di Miglio prima e di Boss(ol)i poi, l’Italia un’annessione avvenuta con il sangue del Sud e l’occupazione del Nord Est da parte di politici e imprenditori sabaudi con le pezze al culo (i predecessori di Tronchetti). Negare queste evidenti realtà ha permesso la nascita della Lega che viene considerata da chi la vota il male minore, ma non ne rappresenta le identità culturali, storiche, economiche, ambientali, linguistiche. E negare questa realtà ha consentito la nascita del fascismo e nel dopoguerra il Msi e il suo ingresso nel Governo. Il Risorgimento ci ha liberato dalle potenze straniere per trasformarci nella Portaerei Americana, lo Stato europeo con la più alta concentrazione di basi americane d’Europa”.

Beppe Grillo, dal suo blog, smonta ciascuna tesi di Umberto Bossi: “Le differenze tra i diversi popoli della Penisola – scrive il comico – sono un tabù così forte che dopo 150 anni non è ancora stato seriamente discusso. La Lega non rappresenta un piemontese, così come un emiliano o un trentino. Li accomuna tutti in un racconto di fantasia confutabile da qualunque studente di quinta elementare e radicalizza uno scontro tra due Italie, il Nord e il Sud, su base economica, sugli “schei“. La Padania è una balla, il Piemonte, il Veneto, la Toscana sono invece reali, sono Stati non Regioni, così come lo sono la Sicilia e la Sardegna. Prima se ne prenderà atto – conclude Beppe Grillo – prima ci libereremo dalla Lega e metteremo le basi per una Nuova Italia, finalmente in pace con sé stessa”.

G. M.