Calciomercato Juventus: Camoranesi allo Stoccarda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:01

Camoranesi in Germania, questa la prima priorità, questa la cessione repentina che deve essere effettuata. Anche un altro giocatore della Juventus, pertanto, potrebbe giocare nel campionato tedesco ed i buoni propositi ci son tutti. Lo steso manager dello Stoccarda, nonchè ex giocatore, Fredi Bobic, ha difatti esplicitato le sue buone intenzioni: “Aspettiamo ancora le visite mediche, ma con Camoranesi tutto sembra andare alla grande”

Se le pagine del “Bild” dicono il vero l’ italo-argentino potrebbe salutare presto i tifosi bianconeri per prepararsi ad una nuova avventura con un suo altro ex compagno di squadra ovvero Molinaro. Per Camoranesi erano già state avanzate altre offerte, soprattutto dal Birmingham City benchè il prezzo del suo ingaggio fosse stato dichiarato troppo alto. Dopo Diego, quindi, un altro bianconero abbadona l’ Italia.

Con il guadagno che si fa?- Nel mirino di Marotta, dopo i vari consensi di Agnelli, sembra esser avanzata un’ idea precisa ma difficilmente realizzabile: il sogno resta ancora Pazzini. Qualora, nonostante una cifra esosa, Garrone dovesse nuovamente rifiutare, la dirigenza torinese potrebbe puntare all’ acquisto di Benzema, disprezzato ampiamente e senza giochi di parole, dal tecnico del Real Madrid. Il giocatore del team spagnolo dovrebbe costare tanto quanto l’ attaccante della Sampdoria benchè probabilmente pur di cederlo il Real lo darà ad un prezzo relativamente ridotto.

Dopo la sconfitta col Bari è necessario dare maggiore continuità ad una squadra che forse deve ancora entrare al 100% nei nuovi schemi imposti da Delneri. Effettivamente c’è stato un affluire continuo di nuovi innesti e di certo il ruolo del mister non è stato facilissimo. Molti dei nuovi acquisti hanno deluso, con prestazioni quasi sulla sufficienza, un vero peccato per una squadra di così alto livello. Marotta deve necessariamente pensare ad un giocatore che possa davvero sbloccare questa nuova Juve, magari un nome importante ma non troppo.

Santi Leotta