Facebook, un gruppo critica “l’avvilente show di Gheddafi”

Il leader libico Gheddafi

Sta facendo molto discutere la visita in Italia di Gheddafi. Il leader della Libia porta con sé tutte le sue stranezze e la voglia di esibirsi. Nemmeno in Italia sta facendo eccezione, anzi.

Su Facebook è già sorto un gruppo, Italia Indignata, che critica apertamente la visita di Gheddafi e le sue stravaganze. Il leader libico viene contestato, in particolare, per la sua visione della donna.

“Se ieri – leggiamo nella pagina Facebook di Italia Indignata – c’è stata la passerella di centinaia di ragazze, convocate da un’agenzia di casting e rigorosamente “giovani, carine e disposte – per 70 euro – ad ascoltare Gheddafi”, noi abbiamo deciso di lanciare una passerella tutta nostra!”

Il gruppo sorto sul social network più popolare al mondo se la prende anche col nostro premier. “I cittadini, italiani e stranieri, di qualsiasi religione, non rimarranno fermi a guardare l’avvilente show che Gheddafi e Berlusconi stanno mandando avanti!”

“Oggi, dunque, donne e uomini sfileranno con in mano un libro: ciascuno potrà portare il libro che sente maggiormente rappresentativo della propria personalità.
Seguiranno reading di strada. Ognuno potrà leggere pubblicamente un passo significativo del libro con cui ha deciso di sfilare.
Sarà un modo per far capire al Colonnello e al Presidente del Consiglio che le donne non sono “oggetti di abbellimento” ma sono esseri dotati di una propria personalità, sensibilità, intelligenza, femminilità e, soprattutto, di una propria ricchezza culturale.
Sarà un chiaro messaggio pacifico – si legge ancora nella pagina Facebook di Italia Indignata – per rompere un silenzio troppo lungo sullo svilimento della figura femminile in Italia”.

G. M.