“Sbirri”: il ritorno di Raoul Bova al piccolo schermo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39

Raoul Bova ritorna questa sera sul piccolo schermo. Tra i protagonisti della serie tv Sbirri, l’attore italiano vestirà i panni di un giornalista infiltrato in una squadra antidroga della polizia. L’appuntamento è su Canale 5.

Tratto dall’omonimo film dell’aprile 2009, Sbirri è una serie tv dove realtà e finzione si intrecciano e che ha come protagonista il bellissimo Raoul Bova. In questa occasione l’attore italiano ha ricoperto anche il ruolo di produttore in collaborazione con Mediaset, che ha realizzato il film insieme alla Sanmarco di Raoul Bova e Chiara Giordano, con la collaborazione del Ministero dell’Interno e della Questura di Milano.

Matteo Gatti è un giornalista che trascura la sua famiglia a causa del suo lavoro. Dopo aver perso suo figlio per l’assunzione di una pastiglia di ecstasy, il reporter d’assalto, intenzionato a scoprire la verità che si cela sotto il velo del perbenismo milanese, decide di entrare a far parte della Squadra Speciale della Polizia che contrasta lo spaccio di droga a Milano. In primo piano è il dolore che un genitore vive sulla propria pelle per la perdita di un figlio per overdose.

La particolarità del film consiste nella presenza di scene reali, girate  anche durante operazioni vere grazie alla collaborazione con il Ministero degli Interni. In questo modo gli spettatori potranno vedere con i propri occhi, anche se attraverso il piccolo schermo del televisore,  come lavora una Squadra di Polizia alle prese con dei veri e propri spacciatori e consumatori di droga. Si potrebbe parlare di una presa diretta, un tributo per coloro i quali si impegnano per contrastare lo spaccio, per difendere i più deboli e per garantire il rispetto della legge.

La serie tv di Roberto Burchielli andrà in onda il 31 agosto in prima serata.

S.L.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!