Home Notizie di Calcio e Calciatori Torino: bomba carta contro la sede dei Granata

Torino: bomba carta contro la sede dei Granata

Durante la serata di lunedì, dopo due sconfitte incassate nelle prime due giornate del campionato di serie B, alcuni tifosi, come appare più probabile agli inquirenti, hanno lanciato una bomba carta contro la sede del Torino calcio, provocando molto rumore, altrettanto spavento nei passanti della vicina via Roma, ma fortunatamente nessun danno o ferito.  L’episodio è avvenuto circa alle 23.30, quando difficilmente si sarebbero potuti trovare dirigenti della società in sede.

L’ipotesi più gettonata è quella di una protesta, pur incivile, di alcuni supporter granata, delusi dall’andamento negativo della loro squadra, che ad oggi non ha conquistato nessun punto, sui sei disponibili. Ad avvalorare tale ipotesi la vistosa scritta in rosso davanti all’entrata della società “Game Over” ( NDA: fuori dal gioco, o meglio dai giochi).

Il presidente Urbano Cairo, che con i suoi tifosi non ha un rapporto particolarmente idilliaco al momento dell’esplosione si trovava a Milano, città dalla quale amministra anche il Torino calcio. La stessa cosa si può dire per il DS Petrachi, impegnato all’Atahotels per le operazioni di calciomercato, ormai in dirittura d’arrivo.

Stupisce la facilità con la quale, in Via Arcivescovado, pieno centro di Torino, qualcuno, non ancora accertato essere un tifoso granata (né di altre squadre), sia riuscito a scagliare un piccolo ordigno esplosivo contro un edificio per poi riuscire a dileguarsi nella notte.

Angelo Sanna