Benvenuti a Milanlandia

Signore e signori, lo spettacolo sta per cominciare e che spettacolo! Quest’anno per gli appassionati del grande calcio ma soprattutto per i tifosi milanisti ci sarà da divertirsi. Per il Milan, dopo diversi anni di insofferenza passati a rosicare per i successi degli odiati cugini intersiti,  questa che è appena cominciata, sarà la stagione del riscatto, del rilancio, del ritorno alle grande sfide. Se i presupposti saranno ripestettati, vedremo un Milan competitivo in ogni campo che lotta ai vertici, pronto a rimpinguare la già ricca bacheca di trofei che la fa la squadra più titolata del pianeta.

Iersi sera alle 19,00, si è chiusa ufficialmente la sessione estiva del calcio mercato. Il rossoneri hanno messo assegno un ultimo colpo davvero niente male. Si sono infatti aggiudicati le prestazioni dell’attaccante brasiliano, 26enne, Robinho. Il giocatore, proveniente dal Manchester City di Roberto Mancini, è costato 18 milioni di euro, più altri 3 milioni di bonus, legati al raggiungimento di determinati obiettivi da parte del giocatore e della squadra ed andrà a rimpolpare un parco attaccanti di livello mondiale.

La rosa del Milan può contare su 5 attaccanti che ben poche squadre in Europa possono vantarsi di avere e di poter schierare: Ronaldinho, Pato, Ibrahimovic, Inzaghi ed appunto Robinho; un mix di fantasia, potenza, estro, velocità, imprevedibilità e senso del gol capaci di far impazzire le difese avversarie. Se Ronaldihno riaquisterà la forma dei tempi d’oro di Barcellona, dove era capace di straordinarie giocate, assist, goal da calcio da fermo, Pato continuerà nella crescita che lo fa uno dei giovani, se non adirittura il miglior giovane del mondo, Ibrahimovic affinerà le sue capacità di non fallire le sue prestazioni nei grandi appuntamenti, Inzaghi continuerà ad essere lo spietato attaccante che lo fa un cecchino infallibile, nonostante i 37 anni suonati, e Robinho si adatterà in fretta al calcio italiano, saprà mettere in campo la voglia di sacrificio  e se saprà mettere le sue indiscusse doti al servizio della squdra, assisteremo a Milanlandia. Spetterà al tecnico, Massimiliano Allegri, trovare i giusti equilibri in un una squadra dal tasso elevatissimo di tecnica che può contare già di giocatori del calibro di Pirlo e Seedorf.

In ogni caso è un Milan che fa paura e punterà a vincere tutto, in Italia e in Europa.