Cagliari: anziano cade in un dirupo, la sua cagnolina lo ritrova

Non ce l’ha fatta Antonio Puggioni, 85 anni, uscito di casa per raccogliere pere e precipitato per sbaglio in un dirupo. Lì è rimasto per tre giorni, senza bere e senza mangiare, sotto un sole cocente, quello della provincia di Cagliari, in Sardegna. Per 72 ore le forze dell’ordine e i volontari di tutto il paese di Oschiri, hanno setacciato la zona in cui probabilmente l’uomo si era smarrito, non riuscendo però a trovarlo.

L’unica ad esserci risuscita è stata Luna, cagnolina di proprietà dello stesso Puggioni. E’ andata vicino ad un dirupo e si è messa ad abbaiare disperatamente, il suo anziano proprietario era lì, secondo lei. I soccorsi hanno accertato la completa ragione della piccola pelosa.

Purtroppo, con solo qualche pera a sua disposizione, Antonio Puggioni non è riuscito a superare la crisi dovuta agli stenti subìti a causa della caduta e della forzata permanenza in fondo al burrone. Quando Luna ha identificato il luogo in cui il suo padrone era rimasto intrappolato, lui era ancora vivo, ma anche non considerando  l’età, in pochi avrebbero potuto resistere senza danni in condizioni estreme come quelle che il Puggioni è stato costretto ad affrontare.

Trasportato d’urgenza nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Sassari l’anziano è risultato troppo debilitato per poter rimanere in vita. Le figlie ed in generale parenti ci speravano nella sua ripresa, ma purtroppo tutti, Luna compresa, si sono dovuti arrendere ad un triste destino.

A dare una speranza all’uomo è stata, assieme a Luna, un maresciallo donna dei Carabinieri, con ruoli direttivi alla stazione di Ozieri. E’ a lei infatti che è venuto in mente che solo la piccola cagnolina, dal valore economico praticamente nullo, ma impagabile in quanto a fiuto e dedizione verso il suo proprietario, avrebbe potuto fiutare la pista giusta per ritrovare Antonio Puggioni. Mai intuizione fu più azzeccata, Luna come se fosse lei stessa un Carabiniere ha eseguito i desideri del maresciallo alla letterra.  Anche se l’anziano non ce l’ha fatta, a lui, grazie sia  alla cagnolina che al maresciallo è stata risparmiata una morte atroce e solitaria, è invece potuto spirare circondato dall’affetto dei  suoi cari, Luna compresa.

A.S.