Ragazza scomparsa a Avetrana, la madre: “E’ stata rapita”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:37

Taranto (1 settembre 2010) – Continuano senza sosta le ricerche di Sarah Scazzi, la ragazza di 15 anni di Avetrana, scomparsa dal pomeriggio del 26 agosto quando aveva dato appuntamento a una cugina per andare al mare, le aveva fatto anche uno squillo sul telefono cellulare, ma a casa di quest’ultima non era mai arrivata. Si batte a tappeto la zona, con uno spiegamento di forze dell’ordine imponente in provincia di Taranto, ma anche in parte di quella di Lecce.

Circa 80 carabinieri, compresi quelli del Battaglione Mobile ‘Puglia’ di Bari, e molti volontari stanno perlustrando e scandagliando in queste ore le campagne e la zona verso il mare, anche con l’ausilio di un elicottero. Si ispezionano casolari abbandonati, pozzi e anfratti ma finora della giovane non c’è traccia alcuna, nonostante le varie segnalazioni giunte agli inquirenti che, comunque, non escludono neppure l’ipotesi che la bionda 15enne sia andata fuori provincia.

Il telefono cellulare della ragazza risulta sempre spento, sin dal giorno della sua misteriosa scomparsa.

Intanto, Concetta Serrano Spagnolo non riesce a darsi pace, né a trovare un perché alla scomparsa improvvisa della figlioletta. “Mia figlia è stata rapita, non trovo un altro modo per spiegare la sua scomparsa”, ha raccontato all’agenzia Adnkronos. “Sarah è una ragazza tranquilla – ha aggiunto la donna, visibilmente provata – non aveva un fidanzato, doveva andare al mare con la cugina, era normale, normalissima quando è uscita di casa. Ora sono in tanti a cercarla ma di mia figlia ancora nessuna traccia”.

I Carabinieri al momento non escludono nessuna ipotesi, dal rapimento a un allontanamento volontario della ragazza. I militari stanno controllando la zona, senza tralasciare ruderi e abitazioni abbandonate su un raggio che arriva fino a 7-8 km dal centro abitato di Avetrana, il comune del tarantino dove per l’ultima volta è stata vista Sarah. Si verificano comunque tutte le segnalazioni giunte alle forze dell’ordine in questi giorni, alcune dalle vicine Francavilla Fontana e Grottaglie, altre addirittura da Caserta e Firenze.

Raffaele Emiliano