Ragazza scomparsa ad Avetrana, nel mistero spuntano un pregiudicato e un’eredità

Taranto (1 settembre 2010) — Si arricchisce di due nuovi elementi la misteriosa vicenda di Sara Scazzi, la quindicenne di Avetrana di cui si sono perse le tracce dal primo pomeriggio di giovedì scorso. Il primo elemento riguarda un’eredità di centomila euro di cui la mamma della ragazza ha beneficiato da parenti all’insaputa di altri dello stesso nucleo familiare. Eredità che potrebbe avere innescato gelosie oppure l’avvio di un rapimento a scopo ricattatorio. La seconda novità sorta nel corso delle indagini è rappresentata da un trentenne del posto, pregiudicato per droga e reati comuni, noto in paese come un adescatore di ragazzine e coppiette. Nei giorni scorsi i carabinieri della stazione di Avetrana, agli ordini del luogotenente Fabrizio Viva, lo hanno trattenuto in caserma tenendolo sotto torchio per un paio d’ore prima di rilasciarlo non avendo trovato su di lui elementi tali da giustificare il possibile fermo, nonostante le indagini, coordinate dal pubblico ministero Mariano Buccoliero della procura tarantina, siano tuttora indirizzate verso l’uomo.

I militari della caserma di via Magenta dove da sei giorni vengono ripetuti gli interrogatori di parenti e amici della 15enne Sara, mantengono ancora il massimo riserbo sulle indagini. Attenzione è al momento rivolta ai diari sui quali la ragazza appuntava pensieri e messaggi. Una decina di diari scolastici, cinque dei quali già nelle mani dei carabinieri ed altri conservati ancora nella stanzetta di Sara. Sinora nessuno degli amici risulta essere sospettato.

Dopo le parole della madre di Sara per la quale resta prioritaria la pista del rapimento e quelle del padre, che ha detto di temere il peggio per la figlioletta, si fanno sempre più numerosi da ogni parte d’Italia gli avvistamenti della 15enne da parte di persone convinte di averla vista. Molte anche le segnalazioni palesemente non veritiere e purtroppo frequenti in casi del genere.

Per domani intanto nel comune di Avetrana è prevista la conferenza stampa indetta dal sindaco Mario De Marco. Il primo cittadino intende fare il punto della situazione e nello steso tempo lanciare un appello.

Raffaele Emiliano