Calciatori svincolati: l’occasione a portata di mano

Enzo Maresca, 30 anni

Il calciomercato si è chiuso, diremmo quasi ‘finalmente’. Due mesi di trattative lunghe ed estenuanti, veri e propri tormentoni a volte noiosi e stucchevoli. Tutto finito. Anzi, quasi. Perché come ogni anno un piccolo mercato resta aperto: quello degli svincolati. Giocatori che per vari motivi non hanno un contratto in essere e risultano disoccupati. Dunque, di facilissima acquisizione. Sono sempre tanti, tantissimi. C’è chi pensa già al ritiro, e chi invece è disposto a tutto pur di accasarsi e tentare una nuova avventura professionale. C’è il bidone di turno, e il talento incompreso; il sempre utile vecchietto e il dimenticato di lusso. Un grappolo di risorse umane dal quale poter attingere, in qualsiasi momento.

Partiamo dai portieri, con l’ex milanista Dida in prima linea. 37 anni ed un futuro (probabilmente) in Brasile. Poi Calderoni, buon secondo, highlander Chimenti e il tedesco Michael Rensing, lasciato libero dal Bayern Monaco. Tra i difensori vi è abbondanza. Gli elementi più interessanti sono certamente i due francesi Laurent Bonnart e François Clerc. Entrambi terzini destri di rendimento e qualità. Cè poi l’irlandese Finnan, ex Liverpool, ed il camerunense Wome, già in Italia con le maglie di Roma, Brescia e Inter. Un altro terzino di spessore è il brasiliano Angelo, ex pupillo di Zeman a Lecce, con il 37enne Sebastiano Siviglia (reduce dal quinquennio laziale) pronto a rinforzare qualunque difesa con esperienza e carisma. Tra i centrocampisti spicca la presenza di un…campione del mondo. Simone Barone, iridato azzurro nel 2006, si è svincolato dal Cagliari e a 32 anni cerca una nuova opportunità. Così come il brasiliano Mozart, regista di qualità reduce da una difficile annata a Livorno. Gli ex laziali Dabo e Baronio offrono discrete soluzioni di regia, così come Mingazzini, a soli 30 anni, è ancora un medianaccio utilissimo per punta alla salvezza. I gemelli Zenoni (Christian e Damiano), pur reduci da avventure differenti si ritrovano sulla stessa barca. In chiave estera segnaliamo Ruben Baraja, 35enne ex bandiera del Valencia, ed un altro illustre vecchietto: Robert Pires, 37 anni, vicino al ritiro dopo aver posto fine all’esperienza al Villarreal. Lo svincolato dell’ultim’ora è Enzo Maresca, ex Juve, pronto a tornare in Italia dalla Grecia. Lo vogliono Udinese e Parma: libero non resterà. Infine, gli attaccanti. Poche soluzioni di spessore, soprattutto a livello italiano. Per chi cerca un’ala pura, Mauro Esposito è la soluzione. Altrimenti si ripropone l’eterno Claudio Bellucci, ultima stagione tra Samp e Livorno. Al di fuori dei nostri confini troviamo Julio Ricardo Cruz, ‘el jardinero’ ormai prossimo ad appendere gli scarpini al chiodo, Jeremy Aliadiere, 27enne punta francese ex Arsenal e soprattutto Mauro Damian Rosales, 29enne seconda punta argentina ex Ajax e River Plate. Eterna promessa mai mantenuta. Comunque una potenziale scommessa di lusso per qualche club di medio livello.

La rosa degli svincolati:

PORTIERI: Dida, Calderoni, Chimenti, Rensing
DIFENSORI: Lanna, C.Zenoni, Diego Lopez, Siviglia, Angelo, Tonetto, Belleri, Bonnart, Clerc, Finnan, I.Franceschini, Lanzaro, Tosto, Wome
CENTROCAMPISTI: Lavecchia, Mingazzini, D.Zenoni, Parola, Barone, Baronio, Dabo, D.Franceschini, Baraja, Cesar, De Ascentis, Gatti, Maresca, Morfeo, Mozart, Pires, Vannucchi, Virga
ATTACCANTI: Marazzina, Cruz, Aliadiere, Bellucci, Eliakwu, Ezquerro, M.Esposito, Karimi, Konan, Kapo, Van der Meyde, Nonda, Riganò, Rosales, Saudati, Vignaroli, Wiltord.

Alessio Nardo