Al via oggi MiTo, Festival Internazionale della Musica

Apre i battenti proprio oggi MiTo, il Festival Internazionale della Musica che, fino al 24 settembre, prevede una moltitudine di eventi di primo piano, rimbalzando tra i capoluoghi lombardo e piemontese.

Enzo Restagno, direttore artistico della manifestazione, presenta così il suo MiTo:
«Dopo aver messo insieme un programma che prevede nelle due città più di duecento concerti cerco di immaginare come qualche ipotetico spettatore reagirebbe alle nostre proposte.

La prima che mi viene in mente è una spettatrice piuttosto chic che adora la musica barocca. A colpo sicuro clicca sul recital di Cecilia Bartoli al Lingotto di Torino e sulla Messa in si minore di Bach, celebrata nella chiesa di San Marco a Milano dalla Akademie für Alte Musik di Berlino.

Quanto agli appassionati della grande musica sinfonica rischiano seriamente di soccombere alla sindrome di Stendhal; come si fa a scegliere fra l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia che suona Schumann diretta da Riccardo Chailly, l’Orchestre de Paris con Lorin Maazel che ci propone Ravel e Debussy, Philharmonia con Esa-Pekka Salonen, San Francisco con Michael Tilson Thomas, la Filarmonica della Scala con Semyon Bychkov e Lang Lang? Per evitare il dolore della scelta -in tedesco si dice così!- io cercherei di arraffare tutto».
Tra Milano e Torino ci sarà anche un vero e proprio collegamento fisico, come spiegato anche sul sito internet dedicato.
«Il servizio navetta tra Torino e Milano avvicina le due città trasformandole in un unico grande palcoscenico. Offerto dal Festival a un prezzo simbolico, consente al pubblico di spostarsi con facilità e rapidamente da una città all’altra per seguire alcuni dei concerti precisati nel cartellone. Il servizio permette di raggiungere la sede del concerto in modo sicuro, economico, ecologico».

Per maggiori informazioni circa il programma dettagliato di queste tre settimane all’insegna della musica, potete visitare il sito www.mitosettembremusica.it.
Valeria Panzeri