SBK, Marco Melandri nuovo pilota Yamaha

Marco Melandri in Superbike era una notizia oramai nota a tutti. Il pilota italiano non si è più ripreso dalla crisi di risultati iniziata nel 2008 con il passaggio in Ducati e così, stufo di avere un ruolo di secondo piano in MotoGp, ha deciso di abbandonare la massima serie motociclistica. La destinazione doveva essere in BMW a fianco dell’esperto Troy Corser, ma invece a quanto pare Melandri diverrà pilota del Team Yamaha Stelingarda. Decisione incredibile, non dettata però da questioni di ingaggio bensì dalla possibilità di lavorare con il manager di nota esperienza Davide Tardozzi. Melandri infatti aveva scelto la squadra tedesca perchè così poteva lavorare di nuovo insieme con Tardozzi, ma in poco tempo la situazione è decisamente cambiata.

La BMW negli ultimi giorni si è fortemente lamentata dei risultati negativi finora conseguiti in Superbike. Il fatto è che BMW ed Aprilia hanno investito molto sulla stagione 2010, ma se la scuderia italiana si appresta a vincere il campionato sia piloti che costruttori, la BMW vede il suo pilota di punta Corser a metà classifica, mentre in quella costruttori si ritrova penultima, davanti solo alla deludente Kawasaki. I vertici del team bavarese hanno discusso con Tardozzi, mettendo anche in discussione il lavoro sinora svolto da lui e dai suoi tecnici (quasi tutti italiani). Tardozzi quindi non ci ha pensato due volte ed invece che rinnovare con BMW ha preferito cambiare aria, firmando per il Team Yamaha Stelingarda. Melandri quindi ha deciso di seguire il manager e dall’anno prossimo sarà si in SBK, ma nel Team che Ben Spies ha portato al trionfo nel 2009.

Una scelta che ora cambia tutti i progetti per la maggior parte dei piloti. Fabrizio, rimasto a piedi dopo la decisione della Ducati di ritirare la sua squadra ufficiale, era vicino al team Yamaha, ma ora che è arrivato Melandri difficilmente vedremo due piloti italiani correre per la casa dai tre diapason. Rimane la BMW, o anche la Honda visto che solo Rea ha rinnovato. Anche Checa è in cerca di un sedile visto che la conferma nel Team Althea stenta ad arrivare. Per non parlare poi di Toseland o Haga, ancora lontani da un accordo con una squadra. La Superbike sta vivendo una metamorfosi che porterà ancora tanti colpi di scena. Spettacolo, sia dentro che fuori dalle piste.

Riccardo Cangini