Home Cultura

Michel Houellebecq accusato di plagio

CONDIVIDI

Secondo quanto pubblicato dal sito web Slate.fr,  lo scrittore francese Michel Houellebecq,  uno dei più  acclamati, letti e rispettati  dal  pubblico e dalla critica, è stato  accusato di aver copiato, nel suo ultimo romanzo intitolato ‘La carte et le territoire’ punti  e paragrafi interi della enciclopedia online Wikipedia.

Sempre secondo il sito web, lo scrittore di successo avrebbe copiato, in varie occasioni, completi ed interi stralci da Wikipedia per il romanzo che  uscirà nelle librerie il prossimo 8 settembre, circostanza che non è stata negata dalla casa editrice che pubblica il  libro. La casa editrice  si è sentita tirare in ballo e per i capelli e ha voluto sottolineare che “Houellebecq utilizza intere pagine ufficiali  come materiale letterario per  inserirlo nei suoi romanzi ma dopo averlo  modificato”. Aggiungendo che: “se alcune  parti citate possono apparire come inserite in  forma testuale sono solo delle brevi citazioni e note che, in  nessun caso possono essere considerate  come plagio”.   

Per il sito Slate.fr. i punti ed i paragrafi identificati come interamente copiati da  Wikipedia  corrispondono una ad una descrizione della città di  Beauvais ed un’altra sarebbero delle ciatazioni del politico francese Frédéric Nihous.

I  proprietari di Wikipedia ricoscono che si è verificata una  copiatura anche se considerano difficile che si possa andare in  tribunale  dal momento che per  definizione, l’enciclopedia della rete è  redatta dagli stessi lettori che possono aggiungere e correggere le definizioni e le informazioni, nella  maggior  parte delle  volte in forma collegiale, caratteristica questa che rende estremamente  difficile identificare un autore unico.  

Ma, secondo Slate.fr,  Wikipedia non sembra essere stata la sola ed unica fonte d’ispirazione  del conosciuto scrittore , che ha copiato anche la descrizione del lavoro di un commissario di polizia dalla pagina  web ufficiale del Ministero degli Interni  e la  pagina turistica di un hotel di  Nizza.

Maria Luisa L. Fortuna