Ambiente: allarme deforestazione in Amazzonia

Un tema importante in ottica ambientale è sicuramente quello legato al pericolo deforestazione in Amazzonia, fondamentale polmone del nostro pianeta. Se è vero che le ultime stime parlano di un fenomeno in calo, lo è altrettanto il fatto che l’area interessata dall’abbattimento degli alberi abbia ormai raggiunto proporzioni elevate. I danni ambientali provocati, degrado delle foreste e aumento delle emissioni di anidride carbonica, non possono non aver avuto pesanti conseguenze sull’ecosistema locale e sull’equilibrio mondiale.

Si tratta di questioni ambientali che non vanno trascurate. Le dimensioni di questo disastro hanno raggiunto una cifra considerevole. Più di un quinto della foresta è già stato distrutto e l’intero ecosistema resta in grave pericolo. Ogni anno, la superficie di foresta che viene abbattuta per l’ottenimento del legname è pari ad un’area di terreno grande quanto l’intera città di Roma. Molto sono le cause che stanno alla base di questa spinosa questione.

Quest’opera di distruzione è iniziata a partire dagli anni Quaranta. In quegli anni i governi della regione decisero di sfruttare le risorse natuali presenti nell’area. Il disboscamento delle foreste permise alle popolazioni locali di arricchirsi mediante la vendita e l’esportazione del pregiato legname. Le aree disboscaste divennero ben presto utilizzate come terreni per lo sviluppo dell’attività agricola, fondamentale per sfamare una popolazione in continua crescita.  Non soltanto legname ed agricoltura. Il processo di disboscamento permise di sfruttare appieno anche i numerosi giacimenti minerari. Nel corso del tempo  vennero costruite anchediverse autostrade per collegare le grandi città.

La deforestazione ha causato i disastri ambientali di cui oggi abbiamo prova. Innanzitutto, un’enorme perdita della biodiversità, con molte specie animali che si sono estinte a causa dell’uomo. Inoltre, l’Amazzonia rappresenta da sempre un enorme polmone in grado di consumare elevate quantità di anidride carbonica, generando ossigeno. La deforestazione diminuisce questo effetto benefico con conseguenze negative per l’intero pianeta.

Di Marcello Accanto