Badminton: la nazionale italiana sorprende al Tahiti International

Risultati sorprendenti quelli provenienti da Tahiti per la nazionale di Badminton. Il nuovo corso guidato dal direttore tecnico Hamza Csaba è riuscito a confermare le ottime impressioni fornite già una settimana fa sulle isole Fiji.

Ma questa volta le prestazioni degli azzurri sono da sottolineare ancora di più, considerato che i tabelloni dell’” OPT International Series 2010” vedevano la presenza di giocatori più che affermati, tanto da stare comodamente nelle prime cento posizioni dei rispettivi ranking mondiali.

Colui che ha destato l’impressione più positiva è stato Rosario Maddaloni. L’attuale campione italiano di singolare maschile, classe 1988, è riuscito a conquistare l’argento nel tabellone maschile dopo aver compiuto una cavalcata entusiasmante sino alla finale. Nell’ordine Maddaloni ha sconfitto il neozelandes Matheson, il gallese Vaughan (ex top 10 in Europa!), lo statunitense di origini tailandesi Pongnairat, l’indiano Aditya Elongo per poi fermarsi in finale contro lo scozzese, numero 69 del mondo, Casey cedendo per 21-17 21-18 ma dimostrando di tenergli testa.

Maddaloni si è poi fermato a un passo dal podio in doppio maschile dove, in coppia con il capitano azzurro Giovanni Traina, è stato sconfitto ai quarti di finale dalla coppia australiana, poi capace di vincere l’oro, formata da Smith e Warfe.

Ma le buone notizie vengono anche dal campo femminile: Agnese Allegrini, dopo il successo di Fiji della settimana scorsa, agguanta la medaglia d’argento a Tahiti.

L’azzurra è stata sconfitta in finale soltanto dalla giovanissima promessa statunitense, di chiare origini tailandesi, Ketpura Cee Nantana; ma lungo il percorso verso il secondo gradino del podio Agnese è stata capace di regolare in due set anche la tedesca Grether, testa di serie numero 1 del torneo e numero 41 al mondo, atleta con cui aveva sempre perso precedentemente.

Migliore inizio non poteva esserci per la stagione del badminton italiano. In attesa dei primi tornei del circuito nazionale, che avrà inizio tra qualche settimana, le notizie provenienti da Tahiti confermano i progressi dell’intero movimento italiano di badminton.

Nella foto: da sinistra, Giovanni Traina, Rosario Maddaloni, Agnese Allegrini e il direttore tecnico Csaba Hamza

Simone Olivelli