Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sri Lanka: individuato raro primate

CONDIVIDI

Una scoperta a dir poco eccezzionale. Nelle foreste dello Sri Lanka centrale è stato individuato da un equipe di ricercatori un esemplare di Loris gracile rosso. Si tratta di un rarissimo primate considerato dagli esperti una specie a rischio estinzione. Il ritrovamento è avvenuto dopo una serie di ricerche condotte dalla Società Zoologica di Londra (ZSL).

Ci sono volute la belezza di 1.000 spedizioni notturne in 120 differenti aree forestali per individuare e fotografare il Loris gracile ( il cui nome scientifico è Loris tardigradus nyctoceboides), un primate dai grandi occhi rossi che da tempo gli esperti consideravano addirittura estinto. Il Loris gracile, specie originaria dello Sri Lanka, è stato infatti classificato come minacciato ed inserito nella Lista delle specie minacciate dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN).

La spedizione per l’avvistamento del mammifero è stato il risultato di una proficua collaborazione tra i ricercatori del programma EDGE, gli scienziati dell’Università di Colombo e la Open University dello Sri Lanka. Le estenuanti ricerche hanno consetito non solo di individuare le specie di Loris presenti nella foresta, ma anche di valutarne lo stato di salute, le esigenze ecologiche e le possibili minacce alla loro sopravvivenza.

La scoperta di questo rarissimo mammifero ha comunque dell’incredibile. Basti pensare che fino al recente avvistamento, questa specie di primate era stata avvistata solo quattro volte dal 1937 e, dal 1939 fino al 2002, non vi era più stato alcun avvistamento. Per questo motivo gli scienziati erano pienamente convinti dell’estinzione completa di questo animale. Proprio il lavoro dei pazienti ricercatori deve far riflettere. E’ fondamentale, infatti, che da questo momento si esplichi un impegno collettivo volto a proteggere e restaurare le rimanenti foreste montane dello Sri Lanka, dove questa specie, come si è dimostrato, esiste ancora.

Di Marcello Accanto