Modà: grande successo e presto il nuovo singolo

Pensavano di aver fatto un buco nell’acqua e, invece, i Modà sono tornati alla carica con il brano “Sono già solo”. La canzone è uscita in sordina in primavera, ma piano piano, durante l’estate, è diventata uno dei singoli italiani più scaricati e uno dei video più cliccati su You Tube.

Avevano presentato il brano alle selezioni per l’ultimo Sanremo, ma sono stati scartati. Credevano così di non avercela fatta, ma, invece, la vita è inaspettata e regala tante sorprese e, così, il successo è arrivato, con quel gusto in più che una vittoria sofferta e non scontata dall’inizio porta con sé.

Il gruppo nasce nel 2003, ma nel corso del tempo due componenti, Manuel Signoretto e Matteo “Tino” Alberti, hanno abbandonato a causa di un periodo di crisi tra il 2006 e il 2008 e oggi la band è composta da Francesco “Kekko” Silvestre, la voce, Diego Arrigoni alla chitarra elettrica, Stefano Forcella al basso elettrico, Enrico Zapparoli alla chitarra acustica e Claudio Dirani alla batteria. Con loro anche Paolo Bovi, detto il “sesto Modà”: “Lui decise di lasciare dopo lo sfortunato Sanremo del 2004 – ha dichiarato Kekko in un’intervista a ‘Tv Sorrisi e Canzoni‘ – quando fummo eliminati dopo la prima esibizione. Ma poi, una volta superate le difficoltà, è rientrato come fonico. Oggi cura tutta la parte audio delle serate e fa anche la doppia voce”.

Il nuovo album è quasi pronto e tra pochissimo anche un nuovo singolo: “È tutto scritto, i pezzi sono pronti ma dobbiamo finire di inciderlo. In questo senso, il successo di “Sono già solo” è stato un ostacolo perché ci ha tenuto occupati per tutta l’estate. Comunque, entro questo mese uscirà un nuovo singolo, siamo indecisi tra “La notte” e “Vittima”. Sarà sicuramente all’altezza di “Sono già solo”, abbiamo fatto del nostro meglio. Perché in questo ambiente non basta una canzone di successo per avere il premio alla carriera. Poi, in inverno, uscirà l’album “Viva i romantici”“, si legge ancora nell’intervista riportata anche sul sito Sorrisi.com.

Nel frattempo, ecco il testo di “Sono già solo” (fonte Angolotesti.it):

“Troppa luce non ti piace
godi meglio a farlo al buio sottovoce
graffiando la mia pelle
e mordendomi le labbra
fino a farmi male, bene
senza farmi capire
se per te è più sesso o amore
Poi fuggi, ti vesti, mi confondi
non sai dirmi quando torni
e piangi, non rispondi, sparisci
e ogni quattro mesi torni
Sei pazza di me come io lo son di te

Resisti, non mi stanchi
mi conservi sempre dentro ai tuoi ricordi
e poi brilli, non ti spegni
ci graffiamo per non far guarire i segni
e sei pioggia fredda
sei come un temporale di emozioni che poi quando passa
Lampo, tuono, è passato così poco e son già solo

Tornerai, tornerai
altroché se tornerai
ma stavolta non ti lascio
ti tengo stretta sul mio petto
poi ti bacio, poi ti graffio
poi ti dico che ti amo e ti proteggo
e poi ti voglio e poi ti prendo
poi ti sento che impazzisci se ti parlo
sottovoce, senza luce
perché solo io lo so quanto ti piace
e ora dimmi che mi ami
e che stavolta no, non durerà solo fino a domani
Resta qui con me perché son pazzo di te

Resisti, non mi stanchi
mi conservi sempre dentro ai tuoi ricordi
e poi brilli, non ti spegni
ci graffiamo per non far guarire i segni
sei pioggia fredda
sei come un temporale di emozioni che poi quando passa
Lampo, tuono, è passato così poco e son già solo

Resisti, non mi stanchi
mi conservi sempre dentro ai tuoi ricordi
e poi brilli, non ti spegni
ci graffiamo per non far guarire i segni
sei pioggia fredda
sei come un temporale di emozioni che poi quando passa
Lampo, tuono, è passato così poco e son già solo”.

Antonella Gullotti