Australia, Julia Gillard nuovo premier

Dopo le brucianti elezioni Julia Gillard(foto a sinistra)  è il nuovo premier australiano. Decisivi per l’investitura, sono stati i rappresenti Indipendenti.

Il risultato di quasi pareggio, dava la Gillard e lo sfidante Tony Abbott a quota 72 seggi. Ci sono voluti diciotto giorni per stabilire il vincitore tra il Labour Party e la Coalition, rispettivamente centrodestra e centrosinistra. I conteggi delle schede sono iniziati il 21 luglio.

Una volta contate le schede, il risultato è stato di parità. Così sono iniziati i contatti con gli Indipendenti. Adam Bandt, leader dei Verdi, nonostante la disponibilità a dialogare con entrambe le forze politiche, ha dato appoggio ai socialisti. Anche Andrew Wilkie aveva già da molto tempo assicurato il sostegno a Julia Gillard. Sul fronte opposto, Abbott, aveva come alleato solo Bob Katter. La forte attesa era per gli altri due parlamentari, Rob Oakeshott e Tony Windsor. Ieri si è appresa la notizia che sosterranno il governo Gillard.

Per la vincitrice sarà il secondo mandato da premier. Secondo la stampa australiana, il neo esecutivo, gli Indipendenti hanno fatto pressione perché venga messo in programma un piano di aiuti alle regioni. “I laburisti si stanno preparando per formare un governo stabilite, effettivo e sicuro per i prossimi tre anni”. Dice la neopremier Julia Gillard. Intanto arriva una dichiarazione dello sconfitto Tony Abbott. “E’ stata un campagna elettorale molto appassionante. Adesso il mio compito è assicurare che sono il miglior leader dell’opposizione per diventare primo ministro”.

Giorgio Piccitto