L’IdV consiglia a Minzolini di candidarsi con il PdL

E’ arrivato sotto forma di consiglio, ma è arrivato. Per l’Italia dei Valori è ormai chiaro che Augusto Minzolini, direttore del Tg1 sia divenuto il portavoce ufficiale di Berlusconi, in barba a Paolo Bonaiuti, se non altro per il potere mediatico che il primo possiede, dirigendo un telegiornale ed il secondo no. Quindi, che ufficializzi la cosa, sembra voler sostenere l’IdV.

A dirlo molto chiaramente è Leoluca Orlando: “Minzolini ormai è da tempo il portavoce Di Berlusconi. Offriamo la nostra solidarietà a Paolo Bonaiuti perché ormai è stato scavalcato. Il direttorissimo ha ridotto il Tg1 a megafono di palazzo Chigi” . Una battuta, non si capisce bene fino a che punto rimanga eslcusivamente tale. L’ultimo editoriale di Minzolini ha in effetti espresso esattamente le posizioni sulle quali nelle ultime ore si è attestato il Governo. Bossi spinge per le elezioni, Berlusconi un po’ meno, ma anche lui pare ormai alquanto demoralizzato dagli innumerevoli bastoni che da diverse parti sono stati infilati nelle ruote del carro del suo Governo. Il prossimo passo è il Colle, quello di Napolitano, starà effettivamente a lui dare una risposta chiara su cosa sia meglio fare data l’instabile situazione attuale.

Non solo  non dà le notizie sgradite e cancella puntualmente l’Italia dei Valori e il suo leader – continua Orlando – come gli ha ordinato il suo dante causa ( Berlusconi, NdA), ma fa puntualmente da megafono alla posizione politica del premier. Consigliamo a Minzolini, dato che non esercita più la sua professione e visto che vuole le elezioni subito come Berlusconi, di candidarsi con il Pdl“. Magari non gli dispiacerebbe, certo sarebbe originale che un potenziale candidato del Partito delle Libertà decidesse di entrare in politica su suggerimento della formazione politica che più di tutti si oppone al suddetto partito. E’ noto infatti che Silvio Berlusconi e Antonio di Pietro, non si stiano vicendevolmente troppo simpatici, perlomeno a livello politico, sarebbe però difficile anche immaginarseli amichevolmente a cena insieme, il rischio che il pasto vada di traverso ad entrambi non è così remoto.

A.S.